Termine impugnazione cartella esattoriale decorso, possibili rimedi

Mi è stata notificata una cartella esattoriale, per bollo non pagato, a novembre 2011, ed è venuto il postino in pratica. So che il termine per il ricorso è scaduto ma ho letto che la cartella potrebbe essere inesistente, vista la notifica per posta. chiedo a voi se si possa fare ancora qualcosa (per esempio impugnando eventuali atti successivi, dicendomi prima quali possono essere tali atti), anche alla luce di una recente sentenza Cass. che ha ritenuto nulle le cartelle che non chiariscono il calcolo degli interessi. grazie per l'attenzione

Viene sempre il postino, però per eccepire la nullità della notifica è necessario capire se l'Agente per la riscossione ha utilizzato la notifica diretta, senza passare prima attraverso i soggetti menzionati dal comma 1 dell'articolo 26 della legge 602/1973 [ratione temporis, ndr]. Questi, e solo questi, potranno poi fruire del servizio postale.

Solo le notifiche eseguite per posta, con raccomandata, direttamente da Equitalia sono inesistenti, perché effettuate da un soggetto che non rientra nelle categorie espressamente contemplate dalla norma.

E questo, sia chiaro, secondo numerose CTP, ultima quella di Milano (49/35/11). La Cassazione ancora non ha avuto modo di esprimersi sulla questione.

11 aprile 2012 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
mediazione e ricorso cartella esattoriale
notifica cartella esattoriale
opposizione a cartella esattoriale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rimborso cartella esattoriale - non dovuto senza impugnazione
Nel caso in cui un contribuente non impugni tempestivamente una cartella esattoriale viziata a nulla può valergli la presentazione di un'istanza di rimborso di quanto pagato a seguito della predetta cartella: “Se infatti fu la cartella esattoriale a risultare viziata [… ] la impugnazione del diniego del rimborso si appalesa ...
Interessi moratori su cartella esattoriale - necessità di indicare il criterio di calcolo
Sono nulli gli atti dell'Agente della riscossione se non indicano il criterio di calcolo degli interessi moratori. Secondo una recentissima sentenza della Cassazione, gli atti dell'Agente della riscossione devono contenere l'indicazione della base di calcolo degli interessi, a pena di nullità (Cassazione, sezione tributaria, sentenza del 21 marzo 2012, numero ...
Accesso agli atti - Equitalia deve produrre copia conforme della cartella esattoriale anche se è decorso un quinquennio dalla notifica
La legge prescrive che l'esattore deve conservare per cinque anni la matrice o la copia della cartella con la relazione dell'avvenuta notifica o l'avviso di ricevimento ed ha l'obbligo di farne esibizione su richiesta del contribuente o dell'amministrazione. A parere dell'agente della riscossione, dunque, dopo la notifica al debitore della ...
Cartella esattoriale - sempre impugnabile anche se emessa in base alla dichiarazione dei redditi
Il contribuente può contestare una pretesa tributaria anche in sede di impugnazione della cartella emessa sulla base delle sue dichiarazioni: purché ovviamente tale cartella costituisca il primo atto con cui la pretesa viene portata a conoscenza dei contribuente. E non è affatto necessario che il contribuente versi quanto chiesto in ...
Cartella esattoriale originata da dichiarazione dei redditi - può essere impugnata dal contribuente che abbia commesso errori a suo danno
Il contribuente che abbia commesso un errore, a suo danno, nella compilazione della dichiarazione dei redditi, può correggerlo anche in sede di impugnazione di una cartella esattoriale emessa in base alla dichiarazione. E' questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 10647 del 7 maggio 2013. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca