Vorrei sanare il debito con Equitalia

Ho un debito con Equitalia per il mancato versamento dei contributi IMPS. Le cartelle esattoriali ammontano a circa 3700 euro. Nel 2008 avevo rateizzato le cartelle ma non sono riuscito a pagare.

I debiti Imps riguardano una mia precedente attività chiusa nel 2006.

Dal primo Ottobre 2011 lavoro come dipendente con un contratto a tempo determinato della durata di 4 anni.

Vorrei evitare che Equitalia mi pignori il quinto dello stipendio sanando il debito.

Come posso fare? Posso chiedere un ulteriore dilazione? Posso negoziare con Equitalia una formula che mi permetta di sanare il debito senza che l’ azienda dove lavoro venga a sapere del mio debito?

Lei può chiedere la proroga della rateazione: infatti, il decreto legge 6 dicembre 2011, numero 201 convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, numero 214, protrae al 28 dicembre 2011, nei casi di rateazioni per le quali sia intervenuta decadenza, la possibilità di chiedere la proroga.

Naturalmente il presupposto vincolante per la concessione della proroga è la dimostrazione del peggioramento della situazione di difficoltà posta a base della concessione della prima dilazione.

La proroga può essere richiesta una volta sola, per un ulteriore periodo e fino a settantadue mesi.

Può prevedere, su richiesta, rate di importo variabile e crescente per ciascun anno, anziché un piano a rate costanti.

10 Marzo 2012 · Stefano Iambrenghi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dove mi trovo?