Concessione prestito garantito dal Fondo nazionale per le vittime di usura


Avendo ottenuto il benestare con un’associazione per avere la garanzia per un prestito personale tramite il fondo per il sovraindebitamento e l’usura, sono ora in attesa che la banca convenzionata mi convochi per l’erogazione del finanziamento.

Essendo io iscritto nelle banche dati varie come cattivo pagatore, è possibile che la banca possa rifiutarsi di concedere il finanziamento anche con un solido garante come l’Associazione? Tale finanziamento servirà proprio a chiudere le posizioni debitorie.

Se la banca negasse il prestito garantito dal Fondo Nazionale di rotazione per la solidarietà per le vittime dell’usura si tratterebbe di un fatto anomalo e grave da sottoporre immediatamente al vaglio dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) o dell’Autorità Giudiziaria.

E’ evidente che un soggetto vittima di usura non può non trovarsi censito nelle Centrali Rischi pubbliche e private (sarebbe strano il contrario) e, comunque, al di là di ogni considerazione sull’affidabilità creditizia del debitore, esiste una garanzia dello Stato, contemplata da uno specifico protocollo ABI, che la banca non può rifiutarsi di accettare.

26 Luglio 2018 · Lilla De Angelis



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Concessione prestito garantito dal Fondo nazionale per le vittime di usura