Pignoramento per multa – Ma mio padre asserisce di aver fatto ricorso


A mio padre è arrivato un atto di pignoramento per un multa risalente al 5 anni fa: lui è anziano ma sostiene di aver fatto ricorso. C’è un modo di sapere se è così, magari presso il tribunale? O il comune di Amendola, che l’altro è finito sotto accusa per autovelox taroccati? Ho chiamato il recupero crediti che mi ha detto che per aver il verbale occorre tempo. Ma ho solo 18 giorni ormai, come scritto nella lettera (erano 20).

C’è modo, facendo richiesta al tribunale (o alla Prefettura, se il ricorso fu presentato al Prefetto). Tuttavia i tempi di risposta non sono compatibili con i termini stabiliti per opporsi al pignoramento innanzi al giudice delle esecuzioni.

Tuttavia se suo padre asserisce di aver fatto ricorso e, soprattutto, se è sicuro che l’istanza fu accolta e la multa annullata, può egualmente essere proposta opposizione ex articolo 615 del codice di procedura civile. Ma occorre, comunque, il supporto tecnico di un avvocato.

27 Settembre 2018 · Giuseppe Pennuto

Se ora paga e poi vediamo che in effetti ha fatto ricorso e lo ha vinto, possiamo richiedere il rimborso?

Se adesso paga (fruendo della conversione del pignoramento) e non si oppone al pignoramento nei termini, e poi si scopre che suo padre non era tenuto a pagare, la questione si fa molto complicata: la richiesta di rimborso diventa inammissibile e, percorrendo altre strade giudiziali, recuperare il maltolto costerà più di quanto sarebbe possibile riottenere indietro.

27 Settembre 2018 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento per multa – Ma mio padre asserisce di aver fatto ricorso