Per ridurre i l’esposizione debitoria conviene rivolgersi alle Agenzie di debito oppure cogliere le opportunità offerte dalla legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento?

Ieri, per la prima volta in vita mia, ho fatto il conteggio totale di tutti i miei debiti (privato e impresa). La cifra è molto elevata e non riesco più a pagare le varie scadenza, tasse, cartelle, rate, ecc..

Ho pensato di rottamare tutte le cartelle equitalia, così prendo un momentaneo respiro e lucidità per trovare una soluzione definitiva per superare questo pressante momento.

Rottamare le cartelle, anche se sembra un vantaggio, successivamente dovrò comunque pagare le rate (con interessi). Ho fatto un calcolo veloce e credo che la rata potrebbe essere più di € 5.000,00.

Ho fatto varie ricerche sul web e ho preso contatti e info con alcune agenzie che si occupano del sovraindebitamento.

Ho intenzione di rottamare subito le cartelle, così intanto sospendo e congelo i pagamenti in corso e in fase di scadenza, e nel frattempo procedere con la pratica dello sdebitamento con la Legge 3/2012.

Secondo queste agenzie l’unica soluzione per me è di ricorrere a questa legge. Ho parlato con loro della mia situazione debitoria e mi hanno riferito che è non ho altre alternative.

Cosa devo fare? Voglio uscire da questo tunnel! Per la serenità delle mie bambine, di mia moglie, mia e della mia attività e….per il futuro.

Abbiamo molto scritto sulle agenzie debiti e molto ci hanno riferito i nostri lettori che hanno, per loro sventura, vissuto esperienze dirette. I feedback sono stati decisamente negativi: per farla breve, i più lusinghieri definivano le debt agencies come un’accozzaglia di millantatori, imbroglioni e profittatori.

Per ovvi motivi, non abbiamo potuto conservare le testimonianze puntuali, e non generiche, che indicavano in dettaglio i comportamenti più scorretti messi in pratica da ciascuna di queste società: infatti, siamo stati subito contattati da avvocati che ci hanno imposto la rimozione dei post, pena una citazione in tribunale per diffamazione. E noi, non abbiamo un fondo per affrontare le spese legali.

Quello che possiamo dire, se proprio si vuole provare l’inebriante esperienza di affidarsi ad una debt agency, è di non corrispondere acconti, ma provare a concordare una tariffa in percentuale sull’effettivo risparmio conseguibile con le soluzioni proposte da questi piazzisti del debito.

Passando invece alle cose serie (anche se meno promettenti), può provare la strada dell’accordo con i creditori ex legge 3/2012 (composizione delle crisi da sovraindebitamento). Qui troverà un articolo che prova a spiegare a quali professionisti abilitati può direttamente (e, senza intermediazione delle cosiddette agenzie di debito) rivolgersi il debitore interessato.

Sul tema debt agencies può, invece, provare a leggere quanto è sopravvissuto alle censure dei più forti qui e qui.

Informazioni sulla legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012) sono invece disponibili in questa sezione.

Buone letture.

19 Dicembre 2016 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento non aiuta
In merito alla Legge sia io che mia moglie ci siamo rivolti ad una delle Istituzioni elencate dal Ministero: premetto che la Legge funziona per chi non ha proprio nulla. Né uno stipendio, né immobili. Devi essere povero e nulla tenente. Pertanto, per i motivi esposti non vedo alcuna necessità di avvalersi di questa LEGGE dato che non hai nulla. Viceversa, se possiedi un immobile o un'attività e uno stipendio lo devi mettere a disposizione per pagare i debiti e non solo, per avvalersi della Legge (che poi non è altro che una consulenza) devi pure pagare. Detto quanto esposto, ...

Informazioni su legge 3/2012 (salva suicidi) - Disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento
Vorrei porre alcune domande sulla possibilità di accedere alla legge sul sovraindebitamento, della quale trovo poche informazioni: devo rivolgermi al Tribunale? Su internet trovo parecchie associazioni, ma io, purtroppo, non dispongo di possibilità economiche. Nel caso si pagherebbe molto anche rivolgendomi direttamente al Tribunale? La mia intenzione sarebbe quella di chiedere un accordo con i creditori: ho debiti per circa 70.000 euro con rate che non pago più da circa 1 anno e mezzo e un mutuo ipotecario sulla casa che pago regolarmente con rata di 500 euro, stipendio di circa 1.500 euro con cessione del quinto. Secondo Voi posso ...

Ripresentare domanda di accesso alla procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012 - salva suicidi))
Nel 2015 faccio domanda per legge 3/2012 e mi viene assegnato occ che fa piano del consumatore e quindi relazione particolareggiata, in sede di udienza mi viene rigettato ma nel frattempo avevo fatto rinuncia perché avevo trovato nuovo lavoro e quindi occ me la fece fare perché altrimenti doveva rifare il piano da inizio quindi la procedura non è mai partita. Ora vorrei rifare la domanda e il mio legale dice che posso farla tranquillamente perché appunto non essendo mai partita la procedura non debbono per forza passare 5 anni mi dice la legge è molto fuorviante nel senso che ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Per ridurre i l’esposizione debitoria conviene rivolgersi alle Agenzie di debito oppure cogliere le opportunità offerte dalla legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento?