Avviso di accertamento dell’agenzia delle entrate agli eredi del debitore

L’Agenzia delle entrate ha inviato un avviso di accertamento intestato agli eredi per debiti tributari di mio padre deceduto nel 2012 (avviso emesso per mancato pagamento tasse sui redditi percepiti da mio padre dalla snc, anno d’imposta 2010). L’eredità di mio padre è costituita da una liquidazione della quota parte della sua partecipazione in una snc e siccome la snc è ancora in liquidazione gli eredi non hanno ricevuto niente.

Ora l’agenzia delle entrate per il pagamento dell’avviso di accertamento aggredisce prima il patrimonio del de cuius (cioè la partecipazione nella snc) oppure il patrimonio in seguito all’accettazione dell’eredità è indistinto e pertanto l’agenzia delle entrate potrà rivalersi in prima istanza sul patrimonio dell’erede.

Purtroppo, se non v’è stata rinuncia all’eredità, l’erede è obbligato, in base all’articolo 752 del codice civile, a contribuire al pagamento dei debiti del defunto in proporzione alla propria quota ereditaria. Indipendentemente dall’avvenuta, o meno, riscossione di eventuali componenti attive dell’eredità.

Tuttavia, l’erede non è tenuto al pagamento di eventuali sanzioni irrogate dall’Agenzia delle entrate al defunto in conseguenza all’omesso o parziale adempimento tributario.

Le sanzioni, infatti, non sono trasmissibili all’erede.

13 Aprile 2016 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Azione di riduzione per debiti del de cuius con Agenzia delle Entrate - Per quantificare il debito esattoriale basterà l'avviso di accertamento notificato impersonalmente e collettivamente agli eredi presso l'ultimo domicilio del de cuius
Mi hanno citato in giudizio per la lesione della quota di legittima, adducendo come debiti del de cuius una attestazione dell'agenzia delle entrate dove si attesta che il de cuius non aveva presentato la dichiarazione dei redditi. Finché non arriveranno le cartelle esattoriali definitive, quei debiti non si potranno includere nel calcolo dell'asse ereditario. Giusto? ...

Avviso di addebito INPS dopo avviso di accertamento IRPEF di Agenzia delle Entrate - Ma io ho già pagato tutto
Nel 2017 ho ricevuto un avviso da Agenzia delle Entrate che accertava un maggior reddito IRPEF: ho pagato entro 60 giorni, rinunciando al ricorso e approfittando dello sconto praticato per acquiescenza, seguendo il consiglio del mio commercialista. Però qualche mese fa mi è arrivato un avviso di addebito, con il quale l'INPS mi chiede ancora soldi in relazione all'avviso di accertamento di Agenzia delle Entrate. E' legittimo tutto ciò? ...

Notifica della cartella esattoriale agli eredi - Va effettuata agli eredi impersonalmente e collettivamente nell'ultimo domicilio del defunto
Mi è stata notificata personalmente una cartella esattoriale quale erede del soggetto obbligato (mio padre) senza tener conto della quota di eredità ricevuta: poiché siamo in quattro figli ad aver accettato l'eredità, ed io sarei tanuto a pagare solo 1/4 della somma complessivamente pretesa, la cartella esattoriale non doveva essere notificata impersonalmente agli eredi, dal momento che non è stata mai effettuata comunicazione all'ufficio delle imposte? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Avviso di accertamento dell’agenzia delle entrate agli eredi del debitore