Azione di riduzione per debiti del de cuius con Agenzia delle Entrate - Per quantificare il debito esattoriale basterà l'avviso di accertamento notificato impersonalmente e collettivamente agli eredi presso l'ultimo domicilio del de cuius

Mi hanno citato in giudizio per la lesione della quota di legittima, adducendo come debiti del de cuius una attestazione dell'agenzia delle entrate dove si attesta che il de cuius non aveva presentato la dichiarazione dei redditi.

Finché non arriveranno le cartelle esattoriali definitive, quei debiti non si potranno includere nel calcolo dell'asse ereditario. Giusto?

Basterà anche l'avviso di accertamento notificato nell'ultimo domicilio del defunto impersonalmente e collettivamente agli eredi, e non opposto, per avere la quantificazione definitiva dell'importo dovuto all'erario e quindi dell'eredità da ripartire al netto del debito esattoriale.

14 ottobre 2019 · Annapaola Ferri

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

debiti ed eredita
eredità e successione
riduzione e collazione eredità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca