Info Cartelle tasse

Domanda di Colors
11 maggio 2012 at 14:50

Vorrei informazioni a cosa va incontro una persona che ha da pagare 35.000 € circa a Equitalia con cartelle di vari enti.

INPS: contributi IVS fissi
Modello DM 10

Comune: tassa smaltimento rifiuti

Regione: tassa automobilistica

Ufficio Entrate: sanzioni pecunarie
IRPEF
Canone tv

Train: sanzione amministrativa L.689/81

Camera di commercio: diritto annuale

Prefettura: sanzioni amministrative DL 507/99 reati minori

Mi hanno detto che dopo 10 anni vanno in prescrizione, vorrei sapere quali e se dall'anno di competenza o da ruolo, cioè da quando è emessa la cartella?

Preciso che è nullatenente, ha solo lo stipendio già con 1/5 da pagare.

Volevo anche sapere se i debiti possono essere chiesti ai figli non conviventi?

Risposta di Annapaola Ferri
11 maggio 2012 at 17:15

Le cartelle esattoriali vanno in prescrizione in uno spazio temporale dai 5 ai 10 anni. Dipende dall'origine del credito sotteso.

Ma, è necessario che, in questo frattempo, il creditore non invii alcuna comunicazione interruttiva della prescrizione. E' irrilevante se il destinatario ritiri o meno la comunicazione.

In questa sezione avrà modo di conoscere i dettagli dei tempi di prescrizione rapportati a ciascuna tipologia di credito (tasse, tributi locali, multe, contributi).

Per quanto attiene i figli, essi non rispondono dei debiti dei genitori, anche se convivono con essi. Una volta scomparsi i genitori i figli sono obbligati a pagare le cartelle esattoriali, escluse quelle originate da sanzioni amministrative. Per evitare l'inconveniente, bisogna rinunciare all'eredità.