prescrizione e decadenza dei debiti

prescrizione e decadenza in genere

Il termine di prescrizione delle spese processuali è quello ordinario di cui all'articolo 2946 del codice civile, vale a dire dieci anni dalla data in cui la sentenza, civile o penale, è divenuta irrevocabile o, comunque, dalla data in cui il provvedimento conclusivo del processo è divenuto definitivo; così come stabilito al ...

bollo auto – prescrizione e decadenza

In materia di bollo auto (tassa automobilistica), la cartella esattoriale deve essere notificata al contribuente, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo.  In tema di bollo auto, il relativo ...

cartella esattoriale – prescrizione e decadenza

In tema di accertamenti e controlli delle dichiarazioni tributarie ai sensi dell'articolo 36 bis del DPR 29. 9. 1973, numero 600, la legittimita' della pretesa erariale e' subordinata, alla luce dell'intervento legislativo realizzato con l'articolo 1, commi 5 bis e 5 ter, del DL 17. 6. 2005, numero 106 (convertito con modificazioni con la legge 31. 7. 2005, numero 156), alla notifica della cartella di ...

prescrizione e decadenza delle sanzioni amministrative

L'ordinanza-ingiunzione per il pagamento di una sanzione amministrativa deve essere adottata e notificata all'interessato entro cinque anni dalla violazione: in materia di sanzioni amministrative ...

cartelle esattoriali originate da multe – prescrizione e decadenza

Il diritto alla riscossione delle sanzioni amministrative pecuniarie previste per la violazione di norme tributarie, derivante da sentenza passata in giudicato, si prescrive entro il termine di dieci anni, mentre, se la definitività della sanzione non deriva da un provvedimento giurisdizionale irrevocabile vale il termine di prescrizione di cinque anni, atteso che il termine di prescrizione ...

debiti contributivi e inps – prescrizione e decadenza

Ogni diritto si estingue per prescrizione quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge.  In generale, secondo l'articolo 2946 del codice civile, i diritti si estinguono per prescrizione con il decorso di dieci anni, salvo i casi in cui la legge dispone diversamente.  Nella fattispecie il diritto a ...

anatocismo interessi mutui e conti correnti – prescrizione e decadenza

Il primo gennaio otteniamo in prestito, da due soggetti diversi, la somma di 1000 euro.  Il contratto stipulato con il soggetto A prevede la capitalizzazione degli interessi con cadenza trimestrale, mentre con il soggetto B conveniamo di capitalizzare gli interessi con periodicità annuale.  Il tasso di interesse richiesto da entrambi i ...

tasse e tributi – prescrizione e decadenza

Per costante e autorevole giurisprudenza, i crediti tributari - tranne nei casi di espresse deroghe previste dalla legge - si prescrivono in dieci anni (si veda sent.  Cass.  numero 2941/2007; numero 18432/2005).  Differente, invece, il termine per la riscossione della sanzione irrogata che si prescrive in cinque anni (si veda articolo 20 Dlgs numero 472/1997).  Ancora, diversa - e per certi versi ...

prescrizione libretti risparmio e buoni postali

Il credito incorporato nel vaglia postale si prescrive il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di emissione.  Va tuttavia precisato che detta prescrizione opera con riguardo al titolo ed al credito del beneficiario del vaglia, ma non nei confronti del richiedente il vaglia.  Rispetto all'azione di quest’ultimo opera invece il termine ordinario di prescrizione decennale.  La ...

azione revocatoria – prescrizione

L'azione revocatoria si prescrive in cinque anni dalla data dell'atto del debitore presumibilmente finalizzato a sottrarre il proprio patrimonio dalle procedure di escussione coattiva esperibili dal creditore.  Trascorsi i cinque anni dalla data dell'atto, il creditore non può più ottenere la dichiarazione di inefficacia, anche se dimostra che l'atto era unicamente finalizzato a sottrarre il ...

benefici di sostegno al reddito lavoro e famiglia – prescrizione e decadenza

L'indennita’ sostitutiva delle ferie non fruite ha natura mista, avendo non solo carattere risarcitorio, in quanto volta a compensare il danno derivante dalla perdita di un bene determinato (il riposo, con recupero delle energie psicofisiche, la possibilita’ di meglio dedicarsi a relazioni familiari e sociali), ma anche retributivo, in quanto costituisce il corrispettivo dell'attivita’ ...

domande e risposte su prescrizione e decadenza dei debiti

Mio nonno (deceduto) aprì nel 1952 a Voghera un libretto bancario al portatore presso il Credito Italiano (oggi parte di Unicredit), a nome di mio padre e di mia zia, di quattromila lire.  Nel libretto non sono presenti movimenti di nessun tipo, solo il versamento iniziale.  Ho ...