prescrizione e decadenza dei debiti

prescrizione e decadenza in genere

La prescrizione del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario decorre non solo dalla decisione della lite, dalla conciliazione delle parti o dalla revoca del mandato o ancora dall'ultima prestazione resa (in caso di rapporto di assistenza legale non portato a termine), ma anche dal momento in cui, per qualsiasi causa, cessi il rapporto col cliente, ivi compresa la morte di quest'ultimo.  Si ...

bollo auto – prescrizione e decadenza

Il decreto legisl.  30 aprile 1992 numero 285 e successive modificazioni, all'articolo 96 - Adempimenti conseguenti al mancato pagamento della tassa automobilistica - comma 1), recita: “Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’ACI, qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al ...

cartella esattoriale – prescrizione e decadenza

All'interno del proprio sistema di recupero crediti, dopo avere emesso l'avviso di pagamento,  l'Inps procede alla iscrizione a ruolo ed alla conseguente riscossione coattiva dei crediti contributivi già maturati nei confronti dei contribuenti morosi (ivi compresi gli accessori per interessi, sanzioni e somme ...

prescrizione e decadenza delle sanzioni amministrative

Quando si contesta il diritto della parte istante a procedere ad esecuzione forzata e questa non è ancora iniziata, si può proporre opposizione al precetto con citazione davanti al giudice competente per materia o valore e per territorio.  Il giudice, concorrendo gravi motivi, ...

cartelle esattoriali originate da multe – prescrizione e decadenza

Con una interessante sentenza il Giudice di Pace di San Vito dei Normanni (Brindisi) ha annullato una cartella esattoriale notificata da EQUITALIA oltre il termine  biennale  previsto dalla legge dalla consegna dei ruoli e traente origine da un ...

debiti contributivi e inps – prescrizione e decadenza

Per i contributi relativi a periodi precedenti l'entrata in vigore della legge 335/1995 (17 agosto 1995) il termine di prescrizione resta decennale nel caso di atti interruttivi compiuti dall'INPS anteriormente al 31 dicembre 1995, i quali valgono a sottrarre a prescrizione i contributi maturati nel decennio precedente l'atto interruttivo e a far decorrere, dalla data di questo, un nuovo termine ...

anatocismo interessi mutui e conti correnti – prescrizione e decadenza

Con la sentenza 603/13, la Corte di Cassazione ha stabilito che tutte le clausole che prevedevano tassi ultralegali, se maturati prima della vigenza della legge 108/96 (disposizioni in materia di usura - legge entrata in vigore il 24 marzo 1996) pur se vessatorie, sono legittime, mentre dopo quella data si ha una sostituzione automatica ai sensi del combinato disposto degli articoli 1339 e 1419, ...

tasse e tributi – prescrizione e decadenza

Equitalia spesso sostiene, nell'ambito dei giudizi instauratisi in seguito ad impugnazione della cartella esattoriale da parte del destinatario, che gli aspetti relativi alla decadenza della pretesa tributaria iscritta a ruolo rientrano nella dialettica fra ente impositore e contribuente.  Il compito assegnato ad Equitalia, è la tesi difensiva, si limita a quello di riscuotere il pagamento delle ...

prescrizione libretti risparmio e buoni postali

Com'è noto le cambiali, a differenza degli assegni e dei libretti di risparmio bancari e postali, sono soggette solo marginalmente alla normativa antiriciclaggio.  Una cambiale, anche di importo superiore o uguale ai mille euro, può, infatti, essere girata.  La girata di una cambiale può essere piena ...

azione revocatoria – prescrizione

I debiti erariali sono sempre riconducibili a soddisfare i bisogni della famiglia Vale la pena ricordare che già il Ministero delle Finanze aveva ritenuto pignorabile la quota immobiliare del debitore, considerando improponibile l'eccezione ex articolo 170 del codice civile  (l'esecuzione sui beni ...

benefici di sostegno al reddito lavoro e famiglia – prescrizione e decadenza

Dalla Circolare Inps numero 110/1992, possiamo rilevare i termini di prescrizione per poter fruire di un assegno familiare.  Il diritto del lavoratore alla percezione di un assegno familiare si prescrive nel termine di cinque anni.  Il termine di prescrizione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale e' compreso il periodo di lavoro cui l'assegno si riferisce.  Le richieste ...

domande e risposte su prescrizione e decadenza dei debiti

Se il credito durante i 25 anni è stato sollecitato, sono stati cioè interrotti i termini di prescrizione, è ancora liquido ed esigibile anche se dopo tutti questi anni.  Quasi certamente sarà stato però cartolarizzato.  Le consiglio di accertare l’attuale proprietario del credito e con questo di avviare una trattativa per la chiusura a stralcio della posizione.  Dopo il saldo dovranno ...

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it