Segnalazioni crif ctc e rettifiche dopo cessione del credito

Quando viene effettuato un saldo a stralcio è la banca o la finanziaria che provvede a comunicare la variazione. Quando viene effettuato un saldo a stralcio dopo la cessione è la società di recupero crediti o il debitore che deve comunicare la variazione?

Dopo la cessione e il perfezionamento dell'accordo a saldo stralcio, la società cessionaria non ha alcun interesse a procedere alla rettifica a saldo stralcio e, per di più, potrebbe essere non obbligata contrattualmente alla segnalazione di rettifica non facendo parte delle imprese tenute ad alimentare le informazioni registrate nella Centrale Rischi in cui è presente il nominativo del debitore.

E' esclusivo interesse del debitore segnalato pretendere la rettifica dell'esposizione debitoria oppure, se il debito è stato estinto con l'accordo a saldo stralcio, chiedere la cancellazione del proprio nominativo, naturalmente una volta che siano decorsi i termini (due anni) per averne diritto.

29 agosto 2015 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
accordo transattivo a saldo stralcio
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio
liberatoria per annotazione nelle banche dati cattivi pagatori

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La notifica della cessione del credito e le implicazioni per il debitore
Come sappiamo il creditore C (tipicamente una banca o una finanziaria) che ha erogato il prestito al debitore D, può cedere il suo credito ad un soggetto terzo che indicheremo con T (tipicamente una società di recupero crediti). In un simile contesto, il creditore C viene indicato come creditore cedente, ...
Cessione crediti – La notifica al debitore
La cessione del credito, disciplinata dall'articolo 1260 del Codice Civile, è stata riformata dall'Autorità per la tutela della privacy mediante il provvedimento del 18 gennaio 2007. Più semplice è adesso la procedura di informativa da produrre in caso di cessione dei crediti. La funzione dell'informativa, in questo ambito, è di ...
La cessione dei crediti pro soluto
Le operazioni di cessione pro soluto assumono sempre maggiore importanza nel panorama finanziario italiano e le imprese che fanno ricorso a questa tecnica sono ormai numerose. Le banche, di fatto, sono tra i principali fruitori di tale attività e ciò per finalità diverse. La funzione economica di un'operazione di tal ...
La ricontrattazione del mutuo – cambiamo tasso e durata senza spese di banca e senza spese notarili
Cosa è la ricontrattazione o rinegoziazione (Bersani) del mutuo La ricontrattazione del mutuo è un istituto di nuova affermazione nel panorama giuridico europeo, ma è comunque legato a un nuovo accordo di entrambe le parti (banca - cliente), e difficilmente può essere oggetto di una pretesa unilaterale da parte del ...
Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca