Rinuncia eredità del fallito e accettazione con beneficio dell'erede del fallito

Domanda di Stefano85
11 luglio 2016 at 12:05

Siamo in procinto di concludere una corposa vendita di una mia defunta parente; mio padre, fallito non meno di 15 anni fa, ha rinunciato all'eredità ed io, con beneficio d'inventario, mi appresto a concludere la vendita in quanto erede.

Il patrimonio proveniente dalla vendita che io andrò ad incassare è aggredibile dai debitori di mio padre?

Risposta di Carla Benvenuto
11 luglio 2016 at 12:18

I creditori del fallito, entro cinque anni dalla data dell'atto di rinuncia, possono, ex articolo 524 del codice civile, impugnare la rinuncia del debitore, facendosi autorizzare dal giudice ad accettare l'eredità in nome e in luogo del rinunciante, al solo scopo di soddisfarsi sui beni ereditari fino alla concorrenza dei loro crediti.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debiti ereditari e beneficio di inventario
Nessuna azione esecutiva promossa dai creditori del defunto è possibile contro chi accetta l'eredità con beneficio di inventario
Accettazione con beneficio di inventario - Può essere opposta dall'erede anche per le imposte di successione e catastale da versare all'erario
Accetta l'eredità con beneficio d'inventario per sfuggire al fermo amministrativo » Non basta
Rinuncia eredità con beneficio di inventario - i creditori possono chiedere di abbreviare il termine decennale per l'accettazione

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti