Possibile pignoramento presso la residenza del debitore - Come evitare lo stress ai genitori con cui il debitore convive?

Anni fa fui seguito da un avvocato d'ufficio per un procedimento penale: tutto si è concluso, questo avvocato non si è mai più fatto sentire, non mi ha mai mandato comunicazione del suo compenso, tanto che mi ero pure dimenticato della cosa, fino a che nei giorni scorsi mi è stato notificato un decreto ingiuntivo, che ho fatto leggere ad un avvocato e mi ha detto che ho 10 giorni per pagare.

Ora, constatato che non ho soldi per pagare, sono disoccupato da molti anni e soprattutto che vanta un credito nei miei riguardi non vuole in nessun modo accordarsi, per evitare che vengano a pignorare beni in casa dei miei genitori dove ho la residenza cosa posso fare?

Io non ho nulla di reale mia proprietà in casa dove ho residenza, ma soprattutto essendo i miei genitori anziani e soggetti a patologie cardiache e facilmente suggestionabili vorrei evitare che la visita di un ufficiale giudiziario e di un pignoramento possa farli sentire male.

Cosa posso fare oltre a cambiare residenza? Ovviamente non posseggo fatture che possano indicare inconfutabilmente che i beni in casa sono di proprietà dei miei genitori e non miei.

Come posso dimostrare che io non ho nulla di mia proprietà in casa dove risiedo? Potrei fare un contratto di comodato, come scriverlo e dove registrarlo? E questo ha validità se redatto con data seguente al ricevimento del decreto ingiuntivo?

Il contratto di comodato registrato dopo la notifica del decreto ingiuntivo, anche ammesso che possa essere opposto al creditore procedente, non risolverebbe il problema, dal momento che l'ufficiale giudiziario dovrebbe comunque portare a termine le operazioni di pignoramento presso la residenza (o il domicilio) del debitore, restando nella facoltà dei terzi pignorati (i suoi genitori) la possibilità di ricorrere successivamente al giudice delle esecuzioni, competente per territorio, allo scopo di liberare i beni pignorati ad opera dell'ufficiale giudiziario.

La soluzione per evitare le conseguenze che teme per i suoi cari è, dunque, quella di cambiare residenza (fattuale ed anagrafica) al più presto.

5 giugno 2017 · Ludmilla Karadzic

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contratto di comodato in previsione di pignoramento presso residenza debitore
pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca