Revocatoria o simulazione?

Il debitore che ha fornito alla moglie in separazione dei beni il 50% del denaro per l'acquisto di un immobile mentre la moglie ha contratto mutuo per il saldo dell'acquisto é a vostro parere soggetto a revocatoria o ad azione per simulazione?

Quando un soggetto eroga al coniuge, in separazione dei beni, il denaro per l'acquisto di un immobile, ci troviamo di fronte al caso di una tipica donazione indiretta. Nella donazione indiretta, infatti, la dazione della somma di denaro viene effettuata quale mezzo per l'unico e specifico fine dell'acquisto di un bene: sussiste cioè un collegamento tra elargizione del denaro e acquisto del bene.

Ora, purtroppo per il creditore, è possibile revocare un atto di trasferimento della proprietà di beni del debitore (immobili, terreni, barche, automobili) solo se l'atto è stato formalmente stipulato e trascritto nei pubblici registri.

In pratica, il creditore non può chiedere la revocatoria della donazione indiretta.

Anche l'articolo 2929 bis del codice civile, che si occupa di espropriazione di beni del debitore quando siano oggetto di alienazione a titolo gratuito, come avviene nelle donazioni dirette, effettuate successivamente al sorgere del credito, presuppone che la donazione abbia ad oggetto beni immobili o mobili iscritti in pubblici registri.

Il creditore, cioè, non può espropriare, ex articolo 2929 bis del codice civile, l'immobile acquistato dal coniuge in separazione dei beni grazie ad una donazione indiretta effettuata dal debitore.

Per finire, il codice civile, quando si occupa di simulazione nei rapporti fra creditore e debitore (articolo 1416) regola la posizione del proprietario apparente del bene (vale a dire il coniuge del debitore, nella fattispecie) e quella del creditore del simulato alienante (il debitore).

Ma, anche in questo caso, non c'è alcun bene (immobile, terreno, barca, automobile) effettivamente alienato dal debitore nei confronti del proprietario apparente, attraverso un atto pubblico simulato.

25 agosto 2017 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il fondo patrimoniale costituito nell'insorgenza del debito è soggetto ad azione revocatoria
L'azione revocatoria verso gli atti di disposizione dei beni del debitore, quale ad esempio la costituzione di un fondo patrimoniale, è semplicemente finalizzata alla tutela delle ragioni del creditore; tutela realizzata sottraendo al fondo patrimoniale i beni che svolgevano una funzione di garanzia generica del credito, quando ricorre l'elemento della ...
Costituzione di un fondo patrimoniale » La banca può esercitare azione revocatoria verso il fideiussore anche se non è ancora maturato un debito certo
L'istituto di credito può esercitare azione revocatoria ed annullare la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore di società. Inutile la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore: l'istituto di credito può esercitare l'azione revocatoria contro il fondo e aggredire gli immobili che vi sono stati inseriti, poiché ...
Mutuo cointestato separazione e accollo non liberatorio - il coniuge diventato debitore unico non può chiedere modifiche contrattuali
Il caso si riferisce ad una coppia di coniugi cointestatari di mutuo ipotecario laddove, nella sentenza di omologa della separazione consensuale si legge che ... resta a carico del marito l'onere relativo al pagamento della rata del mutuo. Il marito che, in forza dell'accordo di separazione, era divenuto "debitore unico" ...
Fideiussione prestata a garanzia di un mutuo ipotecario - il fideiussore può chiedere la revocatoria del fondo patrimoniale costituito dal mutuatario
Supponiamo che la banca richieda, per l'erogazione di un mutuo ipotecario, un'ulteriore garanzia, oltre all'ipoteca. Supponiamo che la fideiussione venga prestata da un soggetto terzo e che, pertanto, la banca eroghi il mutuo. Come sappiamo, qualora il mutuatario debitore incorra nella decadenza del beneficio del termine (omesso o ritardato pagamento ...
Azione revocatoria di atti del debitore - Intento fraudolento e preordinazione dolosa ai danni del creditore
Com'è noto, l'azione revocatoria è l'azione giudiziale con cui il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci, nei suoi confronti, gli atti di disposizione del patrimonio del debitore finalizzati a compromettere la futura riscossione coattiva del credito. Se l'azione revocatoria ha per oggetto atti posteriori al sorgere del credito, ad ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca