Revocatoria atto di compravendita immobile

Capisco l'acquisto al giusto prezzo dell'immobile, la trasparenza nei pagamenti, ma l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione principale per non incappare in un'azione revocatoria dovrebbe essere escluso se le prime due clausole sono pienamente soddisfatte.

Ciò vuol dire che chi acquista un immobile per investire denaro si dovrebbe preoccupare di un'azione revocatoria entro i 5 anni dalla data del rogito?

Sinceramente mi sembra un'esagerazione, a questo punto fermiamo tutte le compravendite perché sono tutte suscettibili di questa penalizzazione e modifichiamo la legge.

A quanto espresso nel mio precedente messaggio, ho notato che è stata tolta una frase inerente l'anticipazione della data del rogito e sostituita con una inerente l'abitazione principale; non mi sembra opportuno modificare quanto espresso da chi scrive in questo forum senza esplicita approvazione.

La frase a cui lei si riferisce era monca ed il testo risultante incomprensibile.

Dovendo scegliere fra la cancellazione del post e la sua pubblicazione completata con il contenuto che ci sembrava più verosimile, abbiamo optato per la seconda soluzione.

Le nostre risposte non sono basate su valutazioni personali, ma su giurisprudenza consolidata della Corte di Cassazione.

Ciò detto, questo argomento sarà considerato inibito a qualsiasi ulteriore integrazione.

26 maggio 2015 · Ludmilla Karadzic

Altre discussioni simili nel forum

revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca