Procedura esecutiva: momento migliore per una trattativa?

Un legale di mia conoscenza mi ha suggerito di attendere l'atto di precetto per avviare una trattativa transattiva con la banca, anche per vedere se effettivamente mi attaccherà (sono un dipendente di una piccola azienda anche se a tempo indeterminato, senza beni intestati). Nel mio caso, vi è stata a febbraio una sentenza che mi vede soccombente per 50 mila euro più interessi. Può essere vantaggioso attendere oppure anticipare la mossa della banca?

Il suggerimento dell'avvocato mi sembra ottimo: tuttavia, per avere qualche chance di successo è necessario avere sangue freddo e propensione al bluff come in una partita a poker.

In questo senso, anticipare la mossa della banca può pregiudicare il buon esito di una trattativa: il creditore dispone già di una sentenza in suo favore, e se solo percepisce anche l'ansia del debitore nel voler chiudere la partita, sarà portato a presumere l'esistenza di qualche suo interesse economico patrimoniale (oltre allo stipendio) da tutelare, riservandosi l'azione esecutiva.

Deve comunque essere consapevole che la banca, nella maggior parte dei casi, non ha bisogno dei soldi che lei deve, per cui potrebbe preferire recuperarli tutti, anche in tempi lunghi, attraverso il pignoramento della retribuzione del debitore. Peraltro, l'approccio con i mutui è molto simile.

20 ottobre 2017 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo transattivo a saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa annullata per vizi formali? » Le spese processuali non vanno compensate tra le parti
Anche se la multa viene annullata per vizi formali, le spese di lite non vanno compensate tra le parti. E' illegittimo il comportamento del giudice che compensa le spese di lite solo perché la multa risulta annullata per vizi formali. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con ...
Quando si perde il ricorso presso il giudice di pace - la procedura per il pagamento della multa
Come è noto, il decreto legislativo 1° settembre 2011, numero 150, in vigore dal 6 ottobre 2011, ha, tra l'altro, introdotto significative modifiche in materia di opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada, adesso regolata dall'articolo 7 del predetto decreto. L'articolo 7, comma 11 del decreto ...
La definizione agevolata del contenzioso tributario tramite pagamento del 5% del valore della controversia
La legge, al fine di contenere la durata dei processi tributari in termini ragionevoli, ha stabilito che le controversie tributarie pendenti innanzi alla Corte di cassazione, che originano da ricorsi iscritti a ruolo nel primo grado da oltre dieci anni, per le quali risulti soccombente l'Amministrazione finanziaria dello Stato nei ...
Pignoramento immobiliare » Casa all'asta invenduta per deprezzamento del valore del bene? Fine della procedura esecutiva
Novità dalla riforma della giustizia civile: dopo il pignoramento, l'immobile non viene venduto nonostante i continui ribassi? La procedura esecutiva si ferma. E' quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l'articolo esiste. Si tratta del 164 bis della legge 162/2014, la riforma della giustizia civile appunto, il ...
Procedura esecutiva immobiliare - obblighi del custode
Nell'ambito della procedura esecutiva immobiliare la figura del custode è prevista dal legislatore per garantire la gestione e la manutenzione dell'immobile, in vista della migliore realizzazione della vendita. In particolare, spetta al custode l'amministrazione conservativa del bene, che consiste nel mantenimento della integrità materiale dell'immobile e nella salvaguardia del suo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca