Pignoramento all’estero

Mio marito, a causa di un impresa fallita, ha un debito abbastanza alto con una terza persona, che dopo avergli fatto causa e aver vinto aspetta l’esecuzione della sentenza per poter recuperare il credito. Nel frattempo in questi anni, mio marito si è trasferito in Belgio dove ha uno stipendio fisso, però non è iscritto all’Aire e ha ancora la residenza in italia presso la nostra casa coniugale, di mia sola proprietà.

Quello che mi chiedevo è se possono soltanto pignorare in italia, visto che la residenza è ancora la o se possono raggiungerlo anche all’estero e pignorare una parte dello stipendio, e nel caso in cui fosse possibile in quali proporzioni. Inoltre, nel caso in cui possa essere pignorato all’estero, saremmo avvertiti prima da atti giudiziari, o ci dobbiamo aspettare qualcuno che bussa alla porta inaspettatamente?

Il creditore è già in possesso di un titolo esecutivo, la sentenza.

Per avviare un’azione esecutiva transanazionale efficace, il creditore dovrà individuare innanzitutto il datore di lavoro del debitore.

Una volta stabilito che il debitore lavora in Belgio, il creditore, in base a quanto disposto dalla Commissione europea (regolamento 805/2004) in materia di titoli esecutivi in ambito transfronatilero comunitario, dovrà chiedere al giudice italiano, che ha pronunciato la sentenza, che la decisione sia certificata come titolo esecutivo europeo.

Il creditore dovrà quindi affidare il titolo esecutivo europeo ad uno studio legale belga il quale chiederà al Tribunale belga territorialmente competente (quello in cui è ubicata l’azienda presso la quale lavora il debitore) di disporre il pignoramento dello stipendio secondo le modalità e le procedure vigenti nel paese ove il debitore si è trasferito.

Sicuramente la procedura esecutiva sarà notificata al debitore in Belgio, presso il domicilio segnalato al datore di lavoro.

Per quanto attiene, invece, le modalità di esecuzione e la quota prelevabile dallo stipendio non siamo purtroppo in grado di fornirle informazioni certe.

28 Marzo 2015 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prima casa, a rischio pignoramento se si vive all'estero?
Ho ereditato un 1/3 di casa da mia mamma deceduta: all'interno vive il marito con diritto di usufrutto a vita mentre gli altri 2/3 sono di proprietà di mia sorella. Io ho preso la residenza li in quanto ho un debito con Agenzia Entrate (Ex Equitalia) di circa 70.000 prevalentemente Irpef (è una storia lunga..). Essendo residente, secondo normativa sotto 120.000 non possono procedere al pignoramento. Al momento vivo fuori Italia, nella comunità europea, ed essendo disoccupato ho necessità di farmi assumere qui all'estero. Per quanto riguarda i documenti qui non ci sono problemi. Non voglio iscrivermi all'AIRE e quindi ...

Pignoramento dello stipendio di un cittadino italiano transfrontaliero in Svizzera da parte dell'Agenzia Delle Entrate Riscossione (ADER)
Lavoro in Svizzera ed ho cartelle esattoriali di Equitalia per molte migliaia di euro: sono frontaliero fiscale nella fascia di 20 km dal confine e pago le imposte alla fonte. In qualche sito ho letto che per problemi fiscali l'Italia non può pignorare lo stipendio in Svizzera. Vi chiedo se qualcuno ha informazioni e può rispondere alle seguenti domande. Equitalia può pignorare lo stipendio in Svizzera? Possono aggredire anche il secondo pilastro che ha valore previdenziale? ...

Differenza tra recupero crediti ed equitalia
Siamo una famiglia residente all'estero da 6 mesi, in regola ed iscritti all'AIRE: siamo in una paese della comunità europea, abbiamo una casa di proprietà, un'attività commerciale, ed inoltre mia moglie lavora come dipendente. In Italia non possediamo nulla, abbiamo un figlio di 5 mesi. Un mese fa è stata ritirata una raccomandata a/r Equitalia a Roma, essendo un importo molto irrisorio abbiamo effettuato il pagamento. La mia domanda è: se non avessimo pagato? Vengo ad esporre il problema più serio, in Italia abbiamo lasciato un debito di € 300 che non abbiamo più pagato, intestato a me ed a ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento all’estero