Legge 3/2012 (salva suicidi) – il ricavato dalla vendita dei beni strumentali è destinato ai creditori ma io devo comunque pagare allo Stato le tasse sulla plusvalenza?

Durante la redazione insieme all’organismo di composizione della crisi (occ) di un piano di esdebitamento con accordo con i creditori sono sorte alcune problematiche. Innanzitutto le tasse derivanti da unico 2017 che se presentiamo il piano ad aprile non rientrerebbero in domanda non essendo debito certo ed esigibile, a questo punto aspetterò dichiarazione redditi che con fisco online si può presentare a fine maggio. Inoltre, l’accordo comprende una maxirata proveniente dalla futura vendita di una delle 2 attività e una rata proveniente dal compenso come amministratore della seconda attività ramo d’azienda che è stata salvata e rimarrebbe attiva. Io ero convinto che intestando l’assegno della vendita al tribunale non dovevo pagare la plusvalenza invece evidentemente questa opzione non è stata presa in considerazione. Allora che esdebitamento è se poi mi trovo da pagare almeno il 23% di tasse sulla plusvalenza della vendita dei beni strumentali venduti per esdebitarmi?
Qualcuno sa aiutarmi? Come si potrebbe risolvere?

C’è poco da fare, purtroppo: l’organismo di composizione della crisi dovrebbe proporre, e i creditori dovrebbero accettare a copertura dell’esposizione debitoria, un importo al netto delle tasse dovute all’Agenzia delle Entrate (magari valutate a forfait) per la plusvalenza realizzata con la vendita dei beni indicati nell’accordo.

11 Marzo 2017 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento - L'accordo bisogna raggiungerlo con almeno il 60% dei creditori oppure con i creditori titolari di almeno il 60% dell'esposizione debitoria?
Vorrei chiedere se in caso mi rivolgessi al Giudice per omologare un accordo con i creditori, il 60% di assenso da parte dei creditori è riferibile al numero dei creditori o al totale dell'importo dovuto? Per esempio se io devo 50.000 a una banca, altri 5.000 alla stessa banca, e prestiti ad altre 4 banche, è necessario che 3 su 5 creditori siano d'accordo oppure conta l'ammontare dei debiti? (l'ammontare della banca 1 è di 55.000 mentre la somma delle altre 3 meno di 10.000 per esempio). Vorrei chiedere, inoltre, se qualcuno può darmi un'indicazione circa le spese da sostenere ...

Legge 3/2012 (salva suicidi) - Come si perviene all'accordo con i creditori?
Vorrei avere delle delucidazioni sulla possibilità di usufruire della legge sul sovraindebitamento familiare, in quanto non mi sono chiare alcune cose. Io ho dei debiti che non riesco più a pagare e altri che sto regolarmente pagando. Illustro la mia disastrosa situazione: Banca 1 Mutuo ipotecario debito residuo 75.000 euro (Pag. regolare) Carta di credito 3000 euro (pag. sospeso) Fido bancario 2.500 (pag. sospeso) Banca 2 Prestito personale parzialmente pagato di originari 50.000 euro (pag. sospeso nel 2014) ora pare che sia diventato di 80.000 circa. Banca 3 cessione del quinto di 10.000 euro e prestito delega di 7.000 euro ...

Sovraindebitamento: legge 3/2012 - La cosiddetta legge salva suicidi
Nel 2009 ho sottoscritto un contratto di cessione del quinto con una rata di € 324,00/mese per 120 mesi; nel 2010 ho sottoscritto un prestito delega con rata di 320,00/mese per 120 mesi. In più ho un prestito con la mia banca di 220 €/mese che si estinguerà fra due anni, ho un affitto di 600 €/mese e la mia famiglia è composta da me e da mio figlio di 13 anni senza padre e quindi non percepisco alimenti. Da qualche tempo non riesco più a far fronte nemmeno alle spese per il sostentamento mio e di mio figlio. Ho ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Legge 3/2012 (salva suicidi) – il ricavato dalla vendita dei beni strumentali è destinato ai creditori ma io devo comunque pagare allo Stato le tasse sulla plusvalenza?