Costituisce motivo di accettazione tacita dell’eredità un bonifico da me disposto dal conto corrente cointestato con il defunto padre ad un conto corrente intestato solo a me?

Mio padre è deceduto alle ore 21 nel mese di dicembre e durante la notte ho fatto un bonifico, dal suo conto cointestato con me, sul mio conto corrente per dar fronte alle spese del funerale. Volevo sapere se avendo fatto il bonifico ho accettato automaticamente l’eredità oppure posso ancora accettare l’eredità con inventario o rinunciare.

Lei ha semplicemente esercitato una sua facoltà: infatti, in caso di cointestazione del rapporto di conto corrente a firma disgiunta l’evento morte di uno dei contitolari non porta allo scioglimento del rapporto.

Il cointestatario superstite può continuare a utilizzare il conto dovendosi riconoscere piena continuità, pure successivamente alla morte di uno dei cointestatari, dell’efficacia del patto di firma disgiunta e quindi della potestà di compiere operazioni disgiuntamente anche oltre le rispettive quote (Arbitro Bancario Finanziario decisione 1673/2013.

Senza che ciò implichi accettazione tacita dell’eredità. Pertanto, potrà liberamente decidere se accettare l’eredità (con o senza beneficio di inventario) oppure, rinunciare ad essa.

19 Gennaio 2019 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Chiusura conto corrente cointestato - è tacita accettazione eredità?
I miei suoceri avevano un conto in banca cointestato con firma disgiunta, alla morte di mio suocero (settembre 2014) il conto era in passivo di circa 250 euro, avvisata la banca della morte, hanno chiesto a mia suocera di portare in attivo il conto prima di chiuderlo e così io (fidanzato della figlia, quindi un ESTRANEO per loro) ho eseguito un bonifico di circa 400 euro. A quel punto, sempre la banca, ha chiesto la firma di mia suocera e dei due figli (fra cui la mia ragazza) su un modello di chiusura conto e facendogli dichiarare di essere gli ...

Successione e rinuncia eredità - La disposizione di un bonifico dal conto corrente del defunto può comportare accettazione tacita dell'eredità?
Mio padre è venuto a mancare il 3 gennaio in Francia: non abbiamo ancora potuto agire in nessuna maniera. Gli eredi sono io figlio e mia madre, che ha casa in comunione dei beni e conto cointestato. La banca in funzione del fatto che non ha avuto alcuna carta ufficiale italiana e per burocrazia risulta essere in lavorazione ha deciso d lasciare la possibilità di manovra a piacimento sul conto. Di recente mi dice mia madre ha disposto vari prelievi privati e bonifici tra cui a me. Io vorrei rinunciare all'eredita questo può pregiudicare qualcosa? ...

Conto corrente cointestato a firma disgiunta fra debitore defunto e coniuge - Accettazione tacita dell'eredità
Io e mia madre in data novembre 2017 abbiamo rinunciato all'eredità di mio padre, causa rilevanti debiti con l'agenzia delle entrate. Al fine di bloccare il conto corrente cointestato (50% mia mamma / 50 % mio papà) sul quale veniva accreditata mensilmente la pensione di mio padre, mia madre ha dovuto firmare dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per dichiararsi chiamata all'eredità/erede. Detto ciò, sia io che mia madre abbiamo poi dovuto firmare in banca un documento attestante la richiesta di chiusura del conto. Sottolineo che tutto ciò è stato fatto al fine di evitare che la pensione fosse erogata su ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Costituisce motivo di accettazione tacita dell’eredità un bonifico da me disposto dal conto corrente cointestato con il defunto padre ad un conto corrente intestato solo a me?