Conto corrente con scoperto di fido che vorrei comunque chiudere - E' un mio diritto estinguerlo?

Sono titolare di un conto corrente collegato alla mia vecchia attività con un fido di 10000 euro: purtroppo non andando bene le cose, ho deciso di vendere la suddetta attività e non sono riuscito a chiudere il conto. Ho fatto vari tentativi con l'istituto di credito avanzando proposte di saldo e stralcio, ma sono andate vane. Al momento sono nullatenente ma vorrei proteggere eventuali immobili in eredità, cosa potrei fare?

Lei può chiudere il conto corrente anche se è in rosso: la banca provvederà ad esigere il credito (l'importo negativo a saldo) con le modalità che riterrà più opportune, ma non può rifiutarsi di estinguere il rapporto di conto corrente su richiesta del correntista.

Questa è l'unica opzione che ha disponibile al momento: se sarà fortunato la banca cederà il proprio credito e potrà quindi formulare al creditore cessionario un proposta di accordo transattivo a saldo stralcio.

Per ottenere la chiusura del conto corrente dovrà rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

4 dicembre 2017 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

conto corrente - chiusura in rosso
conto corrente e libretto di deposito
ricorso arbitro bancario finanziario

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Scoperto di conto corrente
Un'altra forma di credito è lo scoperto. Quando il conto corrente va in rosso, perché si spende più di quanto disponibile, la banca copre la somma fino a quando il credito non viene coperto, applicando dei tassi passivi che arrivano anche al 14 per cento annuo. Bisogna ricordare che gli ...
Il cliente ha sempre diritto a chiudere un conto corrente anche se in rosso
Il cliente ha diritto di recedere in qualsiasi momento, attraverso un'apposita dichiarazione, da un contratto di conto corrente, senza penalità e senza spese, anche in presenza di un eventuale saldo debitore nel momento di esercizio del relativo diritto. Se nel contratto di conto corrente non è stabilito un termine più ...
Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...
Banca notifica decreto ingiuntivo a debitore per scoperto su conto corrente? » Deve produrre in causa estratti conto
Banca notifica al proprio cliente decreto ingiuntivo per scoperto su conto corrente: qualora il debitore presenti l'opposizione all'atto, l'istituto di credito non solo deve produrre in causa gli estratti conto, ma dare anche prova di averli, di volta in volta, comunicati al cliente. Mettiamo il caso che un istituto di ...
Fido in conto corrente - Dalla Commissione di Massimo Scoperto (CMS) alla Commissione di Affidamento (CA)
La commissione di massimo scoperto (CMS) venne introdotta nei contratti bancari a partire dal gennaio 1952 come il corrispettivo dell'obbligazione assunta dalla banca di tenere a disposizione del cliente una determinata somma di denaro per un periodo di tempo (determinato o indeterminato), indipendentemente dal suo effettivo utilizzo, finalizzata a compensare ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca