Preavviso disdetta contratto di locazione - Voglio andare via a causa di umidità e formazione di muffa nell'appartamento

Pago affitto ogni 6 mesi (agosto e febbraio), contratto 4 più 4, a luglio ho inviato raccomandata disdetta chiedendo di accorciare preavviso indicato sul contratto da 6 mesi a 3 mesi, lasciando quindi a lui il deposito cauzionale pari a 3 mesi.

Cambio casa perché ha problemi di muffa e umidità altrimenti non avrei cercato un altro appuntamento è non affronterei altre spese di trasloco. Purtroppo non trovo un accordo con il mio padrone di casa, non vuole concedermi 3 mesi di preavviso invece di 6.

Mi sono informata presso asl per fare uscire un tecnico a verificare, ma nel frattempo sono obbligata a pagare altri 6 mesi? Visto che la causa é la muffa, cosa posso fare? Il prossimo affitto dovrei pagarlo in agosto.

Sino ad ora le lamentele per la muffa sono state solo verbali e ho sempre pagato regolarmente nonostante questi disagi.

Problemi di inabitabilità accertata dell'immobile locato, sopravvenuti alla stipula del contratto di locazione, possono costituire valido motivo per il recesso anticipato e per procedere ad un'azione di risarcimento danni nei confronti del locatore.

Ma occorre avviare un'azione giudiziale, mentre non è consentito compensare unilateralmente il disagio subito con la riduzione del canone concordato o quella dei tempi contrattualmente previsti di preavviso per il recesso anticipato.

8 agosto 2016 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contenzioso su contratto di locazione
contratto di locazione e diritto di recesso

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione personale tra coniugi » Ex casa coniugale in affitto: ora chi paga il contratto di locazione?
Separazione personale tra due coniugi: in caso di contratto di locazione per l'ex casa coniugale, il padrone di casa da chi deve pretendere il pagamento dell'affitto? Chiariamo la questione nell'articolo seguente. Come sappiamo, nella fattispecie di una separazione personale tra due coniugi, durante la controversia in tribunale, viene decisa anche ...
Canone Rai » A chi è dovuto l'onere in caso di contratto di locazione?
Si è stipulato un contratto di locazione come affittuario e l'apparecchio televisivo appartiene al proprietario dell'appartamento: chi deve pagare il canone rai? Lo spieghiamo nel prosieguo dell'articolo. E' bene notare che dal 2016 l'addebito del canone Rai, vale a dire dell'imposta sul possesso della televisione, finisce direttamente nella bolletta della ...
Contratti di locazione » I suggerimenti per evitare contese con il conduttore dell'appartamento
Contratti di locazione: vi forniamo una serie di consigli per evitare inutili dispute tra conduttore e locatore. I contratti di locazione, comunemente chiamati contratti di affitto, sono molto diffusi nel nostro Paese. Ciò perché, anche se è vero che la maggioranza della popolazione dispone di una casa di proprietà, soprattutto ...
Contratti di locazione » Recesso per gravi motivi: la prassi
E' possibile effettuare la disdetta, prima della scadenza, del contratto di locazione, per gravi motivi: ma cosa intende, appunto, la normativa vigente per gravi motivi? Come accennato, la legge richiede la sussistenza di gravi motivi per giustificare il recesso dal contratto di locazione. L'articolo 3 del decreto legislativo 431/98 dispone, ...
Contratto di locazione » Ritardo nel pagamento del canone? Sfratto autorizzato
Il contratto di locazione può decadere anche per una sola rata non pagata dal conduttore. Il mancato pagamento di una sola rata, o anche il semplice ritardo nel versamento, può giustificare la risoluzione del contratto di locazione se previsto da una clausola risolutiva espressa. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca