Debito residuo

Un debito residuo per finanziamento con ultima rata in scadenza a gennaio 2009; restano da pagare n.6 rate mensili (con scadenza a ritroso da gennaio 2009).

Ho contattato la finanziaria che ha erogato il prestito sul sito che ha messo a disposizione degli utenti (tramite password) per conoscere la possibilità di verifica del proprio debito. Nel mio caso ho stampato la somma (capitale) di circa 1.100,00, più 45,00 di mora.

Chiamando per avere le informazioni per fare il pagamento a saldo stralcio mi è stato detto che a tale debito va aggiunto una cifra di spese di circa 600.00 euro.

La mia intenzione è quella di chiudere la posizione e di togliere il nominativo dalla sezione crif (cattivi pagatori). Pertanto volevo richiedere il saldo stralcio.

Domande:

- che percentuale di sconto posso chiedere? e su quota capitali e mora o anche su spese legali/aggiuntive?? (premetto che non mi risulta che il credito sia stato ceduto... io sto "trattando" direttamente con la finanziaria che mi ha erogato il prestito)
- ci sono dei consigli operativi che potete darmi al fine di "pulire" prima possibile la posizione alla crif???

Dovrebbe innanzitutto farsi specificare bene la ragione per la quale sarebbero dovuti questi € 600,non essendo stati spiccati ancora atti legali, queste spese non sono certamente da imputare a spese legali. Ritengo che si tratti di una richiesta tesa semplicemente a scoraggiarLa dal richiedere una transazione.

In merito alla percentuale di sconto che può chiedere attraverso l'accordo transattivo, essa dipende dall'anzianità del credito. Sui crediti "freschi" è già molto ottenere un 20% di sconto. Ad ogni qual modo in questo caso l'importo è modesto, pertanto potrebbe arrivare anche a percentuali del 50% e oltre, in taluni casi specifici (nullatenenza del debitore).

Passando ad esaminare le possibilità di cancellazione dalla CRIF, banca dati dei cattivi pagatori, devo purtroppo riferirLe che la Sua posizione sarà "pulita" solo dopo la decorrenza dei termini previsti dal codice di deontologia e buona condotta nella tenuta dei sistemi informativi, previsti dal Garante della Privacy, ovvero max 36 mesi dal saldo in assenza di ulteriori segnalazioni.

Per concludere, le consiglio di non pagare nulla fintanto che non sarà stato formalizzato per scritto l'accordo transattivo.

28 agosto 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...
CRIF EURISC – Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria
Fra i SIC privati assume una importanza rilevante la crif (Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria), nota anche come EURISC. CRIF La crif gestisce un archivio dati privato (EURISC appunto)  a cui aderiscono le principali banche italiane. La crif è specializzata nella realizzazione e gestione di sistemi di referenziazione del credito, anche noti semplicemente come ...
Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...
Accordo a saldo stralcio - Come deve essere redatto il testo della quietanza liberatoria
Quando il debitore non rispetta il piano di rimborso del prestito che gli è stato erogato e successivamente raggiunge un accordo transattivo a saldo stralcio con la società di recupero cessionaria del credito, particolare cautela va riservata alle modalità con cui deve essere redatta la quietanza liberatoria. Soprattutto se si ...
Debito solidale e transazione a saldo stralcio di uno dei condebitori
Facciamo l'esempio di un credito verso tre condebitori solidali, d'importo pari a 90, e ipotizziamo che la transazione a saldo stralcio sulla quota di uno dei debitori abbia determinato il pagamento di 20. La domanda: gli altri due condebitore restano obbligati per una cifra pari a 70? Non è così, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca