Guasto Vodafone casa e contatto da sedicente reparto tecnico? – Non rispondete: è una frode

Sono un utente di rete fissa Vodafone e poche settimane fa ho contattato l’assistenza clienti in merito a un guasto sulla linea: poche ore dopo mi è arrivato un messaggio su whatsapp, ove mi veniva richiesto di riconoscermi tramite dati personali.

Insospettito, ho ricontattato il servizio clienti, dove mi veniva riferito che non ne sapevano nulla.

Si tratta di una truffa?

Neanche nei giorni del felice Natale si fermano le truffe ai danni dei consumatori perpetuate da hacker e cybercriminali: l’ultima frontiera della frode viaggia su whatsapp e ha preso di mire i clienti della rete fissa Vodafone, Vodafone Casa.

Come nella fattispecie descritta, la truffa parte dopo che un cliente di rete fissa Vodafone contatta l’assistenza clienti per segnalare un guasto.

Nel giro di poche ore riceve un messaggio su WhatsApp da un ipotetico “Reparto Tecnico” Vodafone che chiede un documento di riconoscimento (patente e carta d’identità) per poter far intervenire il tecnico specializzato.

Dopo l’invio del documento, il numero non risponde più ai messaggi dell’utente.

Dietro al numero del “Reparto Tecnico”, infatti, si nascondono delle persone esperte del settore che sono alla ricerca di documenti originali da poter rivendere o utilizzare in altre truffe.

Non è la prima volta che i pirati informatici architettano una truffa del genere e purtroppo sono molte le persone che ci cascano.

Ricordiamo che aziende come Vodafone non richiedono mai l’invio di documenti tramite WhatsApp, ma solo attraverso strumenti ufficiali.

Non è semplice riconoscere una truffa su WhatsApp, ma molto spesso basta essere solo un po’ informati.

Nessuna multinazionale richiede soldi e documenti tramite WhatsApp, ma invita sempre a utilizzare strumenti sicuri e protetti.

Inoltre, l’assistenza tecnica non contatta i clienti tramite WhatsApp: il primo approccio è sempre tramite chiamate vocale.

Quando ricevete dei messaggi che vi richiedono l’invio di documenti, chiamate sempre il servizio clienti di quell’azienda e assicuratevi che il numero che vi ha contattato sia affidabile.

28 Dicembre 2018 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Truffa phishing da e-mail sedicente INPS - Cosa sta accadendo?
Ho ricevuto un e-mail dall'INPS (o almeno sembravano proprio loro) dove venivo avvertito della presenza di un rimborso fiscale a mio favore: dopo aver cliccato un link mi veniva richiesto di inserire i miei dati. Per precauzione ho lasciato stare. Si tratta di phishing? ...

Buoni Conad gratuiti su Whatsapp? - Fate attenzione alla truffa
Mi è arrivato su Whatsapp una sorta di messaggio, proveniente dallo staff Conad, che mi proponeva, in cambio della compilazione di un questionario feedback, un buono gratuito di 150 euro per la spesa da utilizzare nei punti vendita. Insospettito, però, ho cestinato il messaggio. Si tratta di una frode? ...

Truffe via PEC - Arriva l'allarme dell'agenzia delle entrate
L'altro giorno, ho ricevuto una strana comunicazione PEC con mittente Agenzia delle entrate: nella missiva mi veniva chiesto di inserire alcuni dati sensibili. Insospettito, ho cestinato l'email evitando di rispondere. Si tratta di una truffa? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Guasto Vodafone casa e contatto da sedicente reparto tecnico? – Non rispondete: è una frode