Richiesta di sgravio parziale di una cartella esattoriale ed interruzione della prescrizione

Mio suocero è morto il 1 luglio 2003: il 20/02/2007 Equitalia notificò, a suo nome e al suo indirizzo di residenza di quando era vivo, una cartella esattoriale nella quale gli venne contestata la mancata presentazione della dichiarazione dei redditi 2004, relativa cioè ai redditi da lui percepiti nell'intero anno 2003.

A tale cartella i due eredi (che all'epoca non erano ancora eredi non avendo ancora accettato l'eredità) non hanno fatto opposizione anche perché nessuno dei due dichiara di averla mai ricevuta.

Nel settembre 2016 uno dei due eredi (mia moglie) si recò allo sportello provinciale di Equitalia chiedendo l'estratto di ruolo del defunto padre.

Da tale estratto emerse che esiste la cartella in questione.

Al funzionario dello sportello Equitalia mia moglie consegnò il certificato di morte del defunto padre.

Tale funzionario, saputo quindi che la cartella riguarda un defunto, comunicò all'erede che gli eredi hanno diritto allo sgravio parziale relativo a sanzioni e interessi.

Consigliò quindi all'erede (mia moglie) di recarsi alla Agenzia delle Entrate e chiedere tale sgravio parziale.

Così mia moglie ha fatto e lo sgravio parziale venne concesso.

Nel febbraio 2017 mia moglie-erede invia ad Equitalia raccomandata di richiesta in autotutela, scrivendo che tale richiesta è motivata dal fatto che la cartella è stata notificata a soggetto inesistente (perché defunto) ed inoltre è maturata la prescrizione in base a Cassazione 23.397.

Equitalia rispose, un mese dopo, scrivendo semplicemente che da un accurato controllo non è decorso il termine della prescrizione ordinaria "le quote non risultano quindi prescritte".

Domande:

01- la richiesta di sgravio parziale interrompe la prescrizione?

02- la richiesta di autotutela interrompe la prescrizione?

02- quale prescrizione si applica su IRPEF,IRAP, breve o ordinaria?

03- la cartella,essendo stata inviata a soggetto inesistente,la rende comunque nulla a prescindere?

04- gli eredi,essendo diventati tali oggi, sono obbligati a farsi carico di detta cartella, anche pagandola?

Con l'istanza di sgravio parziale presentata nel 2016, l'erede ha ammesso di essere venuto a sapere comunque della cartella esattoriale recapitata al defunto, riconoscendo il debito e dichiarandosi obbligato al pagamento (anche se parziale) dell'importo iscritto a ruolo.

Quindi la notifica della cartella esattoriale, inizialmente viziata è stata sanata.

Inoltre pur essendo decorso il termine quinquennale oltre il quale il concessionario non poteva più pretendere la riscossione delle somme iscritte a ruolo a carico degli eredi, ciò non vieta che l'erede rinunci (anche se implicitamente) al beneficio della prescrizione che avrebbe potuto eccepire.

Morale della favola: i giochi sono ripresi a partire dalla data in cui è stato richiesto lo sgravio parziale.

31 luglio 2018 · Ornella De Bellis

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale prescrizione e decadenza

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca