Sfratto per morosità e spese legali

Vi scrivo in merito ad una richiesta di sfratto ricevuto dal locatario tramite il Tribunale per morosità in data odierna (20/11/2018) in merito a tre mensilità non pagate (Settembre Ottobre Novembre 2018) e relative tre quote condominiali per una abitazione, per un totale di 1425 euro. La prima udienza dal giudice è fissata per il 15 Gennaio 2019, sarà mia intenzione pagare prima dell'udienza dal giudice tutti gli arretrati sia canoni di locazione e quote condominiali e avvocato.

Volevo chiedervi se posso evitare di pagare le spese legali di notifica e quant'altro che mi comminerà il giudice in udienza, insomma se esiste un modo almeno per abbassare le spese legali della controparte (locatore), in quanto suppongo che sia questa voce la maggiore spesa che dovrò sostenere.

Inoltre vorrei chiedervi se mi conviene incontrare l'avvocato del locatario prima dell'udienza e chiedere qualora fosse possibile limitare il costo delle spese legali che lo stesso sosterrà davanti al giudice.

Il mio timore è che se pur pagando in ritardo ma comunque prima dell'udienza il giudice mi addebitasse 700-800 euro di spese legali, oltre alle spese di notifica e bollo per un totale di oltre 1200 euro!!

Vi chiedo se il giudice tiene conto della somma pagata di 1425 euro prima dell'udienza osì facendo potrebbe decidere di addebitarmi una somma più esigua di spese legali e processo?

Inoltre vi chiedo a quanto ammontano gli interessi legali per i soli tre mesi di canone affitto 1275 euro?

Li dovrò versare tramite bonifico sul conto corrente del locatario? Qualora volessi farmi rappresentare da un legale all'udienza senza la mia presenza posso farlo?

Gli avvocati servono proprio a farsi rappresentare in udienza: gli interessi legali dal primo gennaio 2018 viaggiano intorno allo 0,3%, e, dunque, costituiscono l'ultima cosa di cui lei debba preoccuparsi.

Il giudice non può ridurre le spese legali, che sono calcolate in base a tabelle e rappresentano comunque un ristoro, sicuramente già parziale, degli aggravi a cui è andato incontro il locatore per avviare la procedura giudiziale riconducibile alla sua morosità.

Le conviene, sicuramente, stabilire un canale di comunicazione con l'avvocato della controparte, se non altro per valutare la somma pretesa in onorari e costi di procedura: potrebbe anche concludere che la soluzione più conveniente è attendere l'ordinanza del giudice e pagare quanto da questi stabilito.

21 novembre 2018 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contratto di locazione - sfratto esecutivo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca