Rate di un prestito pagate in ritardo – Possono costituire pregiudizio per la concessione di un mutuo?

Sto per fare richiesta di un mutuo alla mia banca, per sicurezza volevo accertare la mia situazione creditizia avendo un finanziamento in corso che sto per estinguere, con tre rate pagate in ritardo risalenti al 2012.

Possono essere ancora oggi segnalate così da non avere un mutuo ora?

Il ritardato pagamento di tre rate di un prestito non è di per sé necessariamente ostativo alla concessione del mutuo: tutto dipende dalla valutazione del merito creditizio assegnato al richiedente dal funzionario che istruisce l’istruttoria, secondo le regole generali fissate dalla banca.

Comunque, quando si è pagato in ritardo due o più rate di un finanziamento, i dati negativi permangono in Centrale Rischi per almeno 24 mesi dalla regolarizzazione dell’ultimo pagamento. Decorso tale termine, il cattivo pagatore censito ha diritto alla cancellazione delle informazioni che lo riguardano.

Per accertare preventivamente la situazione in termini di eventi pregiudizievoli segnalati a suo carico, deve effettuare una visura per ciascuna delle centrali Rischi private maggiormente consultate dalle banche (CRIF, CTC, Experian CERVED) ed, eventualmente, chiedere la cancellazione dei records relativi ai passati ritardi.

9 Settembre 2015 · Rosaria Proietti

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Due rate pagate in ritardo - Quando potrò chiedere un nuovo prestito?
A Febbraio 2017 ho fatto un finanziamento con Compass per i Materassi Marion, dopo uno spot visto in TV: il costo iniziale era di 249 euro, ma poi il venditore ti fa presente che se non vuoi avere problemi per la postura, devi acquistare quello da 1200 euro, 12 rate per 100 euro al mese, perché quello da 249 è troppo sottile. Fatto il finanziamento inizialmente ho pagato, poi nel corso del secondo mese sono venuti a rubarmi in casa e ho avuto difficoltà a pagare la seconda rata; facendo presente alla Compass l'accaduto e chiedendo di posticipare la rata ...

Rate del mutuo e di un prestito pagate in ritardo – obbligo di aggiornamento dei dati relativi ai cattivi pagatori
In tema di ritardato pagamento delle rate del mutuo o di un prestito, la legge 106/2011 (approvata il 7 luglio) – è intervenuta, con l'articolo 8 bis, sulle modalità di aggiornamento nelle banche dati dei cattivi pagatori, qualora il ritardo si riferisca ad un numero di rate mensili inferiore a tre o ad un'unica rata semestrale. Entro dieci giorni dalla ricezione della notifica dell'avvenuta regolarizzazione dei pagamenti, i gestori delle banche dati provvedono ad integrare le segnalazioni relative a ritardi di pagamento da parte delle persone fisiche o giuridiche già inserite nelle banche dati stesse con la comunicazione dell'avvenuto pagamento ...

Pagamenti in ritardo delle rate di un prestito e possibile decadenza dal beneficio del termine con conseguente obbligo di rimborsare il debito residuo in unica soluzione
Ho un finanziamento auto regolarmente pagato da novembre 18 ad aprile 19 con RID: causa passaggio a nuovo conto corrente la banca non riesce ad agganciarsi e si decide di inviarmi i bollettini che non arrivano. Le rate dei mesi di giugno e luglio mi sono state accodate. Per quanto riguarda i mesi maggio di luglio di agosto settembre e ottobre e novembre ho pagato ma con qualche giorno di ritardo dalla scadenza in quanto i bollettini non sono arrivati e quindi provvedo in modo autonomo alla cosa. Possono chiudermi il finanziamento per i ritardi nelle rate pagate anche se ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rate di un prestito pagate in ritardo – Possono costituire pregiudizio per la concessione di un mutuo?