Rinuncia all’eredità, saldo in rosso lasciato dalla defunta e pretese ingiustificate della banca che si indebitamente appropriata dell’ultimo rateo accreditato da INPS

Argomenti correlati:

Mia madre è deceduta lasciando il suo conto negativo: ho rinunciato alla eredità in tribunale ed e ho informato subito INPS e banca del decesso: la banca ha trattenuto il versamento della invalidità del mese successivo del decesso.

Ora la banca mi chiede di saldare inps, perché per mancanza di fondi loro non posso restituire e saldare il restante che la pensione non è riuscita a coprire, nel frattempo gli interessi aumentano. Devo pagarli io come figlia unica?

Il solito episodio di malcostume: la banca si è indebitamente appropriata del rateo di pensione che doveva essere restituito all’INPS, allo scopo di appianare, in modo illegittimo, il saldo negativo di conto corrente lasciato dalla defunta, ed ora pretende i soldi dall’erede per restituire il dovuto all’INPS. Sfortuna volle, tuttavia, che la figlia unica, chiamata all’eredità, vi avesse già rinunciato.

La banca deve restituire interamente all’INPS il rateo accreditato dopo il decesso della titolare del conto corrente, mettere a perdita il saldo negativo lasciato dalla defunta (qualche volta capita anche a loro, abituati a lucrare comodi interessi senza versare una goccia di sudore, di rimetterci qualche spicciolo) e deve lasciare in pace la figlia della correntista deceduta che ha rinunciato all’eredità, e dalla quale non può pretendere mezzo centesimo.

Conservi gelosamente la dichiarazione di rinuncia e li lasci perdere: se proprio non desidera essere importunata, alla prossima richiesta trasmetta copia della dichiarazione presentata in tribunale.

31 Gennaio 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il riaccredito pensione INPS da parte della banca legato alla comunicazione
In riferimento a questo topic, la banca dopo la morte di mia madre non ha riaccreditato la pensione all'INPS (come pensione non dovuta). L'INPS telematicamente ha comunicato il decesso è quindi ha obbligato la Banca di riaccreditare all'INPS la somma accreditata sul conto. Ora la banca non vuole riaccreditare perchè la comunicazione da parte dell'erede è arrivata in ritardo è quindi anche la pratica di successione, scrivendomi che sono io che devo ridare l'importo all'INPS. Domanda l'INPS il giorno dopo la morte di mia madre telematicamente ha comunicato il decesso è quindi ha ordinato il riaccredito questo non era sufficiente? ...

Debito con L'INPS di una persona defunta - Io non ho ereditato nulla, perchè l'INPS mi chiede i soldi dovuti da mia madre?
Circa due anni fa mia madre è venuta a mancare e con l'INPS lei aveva un debito che aveva iniziato a restituire: da mia madre non ho ereditato nulla (ad esempio immobili). L'INPS ora mi chiede di pagare la rimanenza di quel debito. Mi possono chiedere i soldi ora? Come mi devo comportare? Un "errore" che penso abbia fatto, dopo il decesso, è di aver dato all'INPS tramite l'assistenza di un patronato, le coordinate di un libretto postale a me intestato su cui accreditare eventuali somme a credito. L'INPS mi ha inviato in seguito la certificazione unica di un importo ...

Accredito rateo pensione madre defunta su carta prepagata con Iban
Dopo circa un anno di guerra con Inps e banca per avere il rateo di pensione dopo la morte di mia madre, dopo che l'Inps i primi di gennaio 2016 per email mi avevano confermato l'accredito al 1 febbraio 2016 sono venuto a sapere che l'accredito non può essere fatto sulla mia carta prepagata con Iban; quindi sono stato costretto ad aprire il giorno 22 gennaio 2016 un conto per avere un Iban Bancario, quindi fare domanda che l'accredito della somma che l'INPS mi deve sul nuovo IBAN. La domanda ma è giusto che non posso fare accredito su carta ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rinuncia all’eredità, saldo in rosso lasciato dalla defunta e pretese ingiustificate della banca che si indebitamente appropriata dell’ultimo rateo accreditato da INPS