Rateo del pensionato deceduto indebitamente prelevato dal conto corrente di accredito

Mio padre è morto il di 11 dicembre 2003 e mia sorella ha prelevato la pensione il primo gennaio 2004 arrivata da Inps: noi avevamo avvisato Inps per tempo del decesso e abbiamo creduto fosse la sua pensione.

Io poi ho chiuso il conto corrente Intesa. Ora la banca mi aveva scritto una lettera per conto Inps nel anno 2011 poi non ho più saputo nulla.

L’errore se è stato fatto era per via della Banca intesa ci ha dato a richiesta i soldi allo sportello: devo aspettare altre comunicazioni?

Potrebbe essersi prescritto il debito con qualche sanatoria?

La normativa vigente in materia dispone che la pensione vada restituita all’INPS qualora il decesso del pensionato avvenga prima dell’accredito della pensione: viceversa, se il decesso del pensionato avviene in data posteriore all’accredito della pensione, la somma erogata a titolo di prestazione pensionistica non dovrà essere restituita.

Se Banca Intesa è stata avvisata nelle 48 ore successive al decesso del pensionato, non v’è sicuramente dolo nel prelievo effettuato: ma l’importo della pensione corrisposta in data successiva al decesso e prelevato da sua sorella nel gennaio 2004 va sicuramente restituito.

Il termine di prescrizione è quinquennale ma bisognerebbe sapere, con accesso agli atti presso l’INPS, se dal 2011 a questa parte siano state, o meno, notificate anche per compiuta giacenza presso l’ufficio postale, ad uno o ad entrambi gli eredi del pensionato defunto, formali comunicazioni interruttive dei termini di prescrizione o un avviso di addebito immediatamente esecutivo.

22 Gennaio 2021 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento non notificato del saldo di conto corrente - Posso rientrare in possesso di quanto indebitamente prelevato?
Mi sono accorto di un pignoramento di 1600 euro sul conto corrente dopo circa sedici mesi. Non ricordo di aver ricevuto notifica giudiziaria e la banca dice che non può dirmi da parte di chi è stato richiesto il pignoramento. Cosa posso fare: contestare l'indebito pignoramento trascorso più di un anno e poter rientrare in possesso della somma pignorata? ...

Conto corrente cointestato con genitore deceduto - Truffa aggravata per il figlio che dichiara all'INPS l'esistenza in vita del pensionato defunto
Commette il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, e non quello più grave di truffa, chi percepisce la pensione di pertinenza di una persona deceduta, essendo cointestatario del medesimo conto corrente su cui confluivano i ratei della pensione, ed omette di comunicare all'INPS il decesso del pensionato. Tuttavia, quando come nel caso affrontato dai giudici della Corte di cassazione (sentenza 40260/2017, sezione penale), emerge che l'imputato, in qualità di delegato alla riscossione dell'avente diritto alla pensione, si sottoponeva ad identificazione in occasione di ogni erogazione e dichiarava (falsamente) l'esistenza in vita del genitore, la fattispecie criminosa ...

Accredito rateo pensione madre defunta su carta prepagata con Iban
Dopo circa un anno di guerra con Inps e banca per avere il rateo di pensione dopo la morte di mia madre, dopo che l'Inps i primi di gennaio 2016 per email mi avevano confermato l'accredito al 1 febbraio 2016 sono venuto a sapere che l'accredito non può essere fatto sulla mia carta prepagata con Iban; quindi sono stato costretto ad aprire il giorno 22 gennaio 2016 un conto per avere un Iban Bancario, quindi fare domanda che l'accredito della somma che l'INPS mi deve sul nuovo IBAN. La domanda ma è giusto che non posso fare accredito su carta ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rateo del pensionato deceduto indebitamente prelevato dal conto corrente di accredito