Azione revocatoria della vendita di una casa

Ho diversi debiti sia con Equitalia che con creditori privati, che sino ad ora, con gran fatica, sto riuscendo a gestire.

Sto forse riuscendo a vendere la casa in maniera regolare, a qualcuno che non ha nessun grado di parentela, nonostante ciò esiste la possibilità che non riesca, anche una volta venduta la casa,a pagare i debiti.

ATTUALMENTE NON C’è NESSUNA AZIONE LEGALE DA PARTE DI NESSUNO.

Mi è stato detto che l’azione revocatoria non e possibile se la casa viene venduta prima che qualcuno inizi un’azione legale, nel senso che se un creditore iniziasse un azione legale diciamo alcuni mesi dopo che la casa è stata venduta, non potrebbe avviare un azione revocatoria perché risulto, nel momento d’inizio dell’azione legale, senza beni aggredibili.

Il soggetto che, dopo l’insorgenza del debito (indipendentemente dall’esistenza di una qualche azione esecutiva) vende o dona un immobile di proprietà, con il solo obiettivo di sottrarlo all’ipoteca o al pignoramento, e’ esposto al rischio di un’azione revocatoria.

L’azione revocatoria è finalizzata proprio a rendere inefficace, nei confronti del creditore, l’atto di compravendita e viene di solito avviata dopo che il debitore ha alienato il bene (quando risulta privo di beni aggredibili).

L’azione revocatoria di un atto di trasferimento della proprietà del debitore trova una limitazione nell’esigenza di tutelare l’interesse del terzo acquirente, eventualmente inconsapevole (in assenza di pignoramento o di ipoteche) del tentativo del debitore di porre in essere un atto pregiudizievole alla possibilità di riscossione coattiva da parte del creditore.

6 Aprile 2016 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La banca può procedere con azione revocatoria dell'atto di vendita della casa effettuata quattro anni prima della notifica del decreto ingiuntivo?
In riferimento a questo quesito, vorrei fare alcune precisazioni: io e mio marito abbiamo rilasciato fideiussione, nell'ottobre 2012, a favore di mio fratello, per un mutuo ipotecario della banca per estinguere i suoi debiti, ma l'ipoteca è stata posta all'immobile di mio fratello (non di proprietà dei garanti), poi pignorato nel 2016 (da altro creditore) e di cui la Banca NON ha ottenuto NULLA nonostante fosse INSINUATA NEI CREDITORI. Noi Abbiamo solo concesso fideiussioni SENZA IPOTECA sulla nostra casa: del Finanziamento il fratello ha pagato due rate (delle 120) poi più . Nell'aprile 2013 abbiamo venduto casa (due appartamenti cointestati) ...

Accoglibile l'azione revocatoria della vendita della casa del debitore al proprio coniuge
La prova della partecipazione alla frode del terzo, necessaria ai fini dell'accoglimento dell'azione revocatoria ordinaria nel caso in cui l'atto dispositivo sia oneroso e successivo al sorgere del credito, può essere ricavata anche da presunzioni semplici, ivi compresa la sussistenza di un vincolo parentale tra il debitore ed il terzo, quando tale vincolo renda estremamente inverosimile che il terzo non fosse a conoscenza della situazione debitoria gravante sul disponente. Pertanto inutile per il debitore, dopo l'insorgenza del credito, vendere alla moglie la casa coniugale, inserendo l'atto oneroso di trasferimento della proprietà negli accordi accessori alla separazione personale tra i coniugi. ...

Tempi per azione revocatoria vendita casa
Chiedo un ulteriore chiarimento rispetto all'azione revocatoria della vendita di un immobile. Ho capito che sostanzialmente dalla data del rogito il creditore ha cinque anni per intraprendere l'azione, ok. 1.Ma per intraprendere un'azione contro il terzo, l'acquirente, ha sempre cinque anni o solo uno? 2.In parole povere, l'acquirente dopo un anno dal rogito risulta fuori pericolo rispetto alla possibilità di un azione che vada a togliergli la casa? oppure anche lui corre il rischio per cinque anni? 3.Se fosse vera la prima possibilità, che l acquirente rischia solo per un anno dal rogito, superato quell'anno quali altre azioni può aspettarsi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Azione revocatoria della vendita di una casa