Ricorso multa per presunta violazione codice della strada


Contestazione multa, multa, multa per violazione del codice della strada, querela di falso

Questa mattina sono stato fermato dalla polizia locale: mi hanno multato sostenendo di averli sorpassati passando col rosso. Cosa non vera in quanto probabilmente erano distratti a fare altro, e dopo qualche km mi hanno fermato aggiungendo che in moto stavo andando a 141 Km/h in centro abitato.

Oltre a non essere passato col rosso non è vera neppure la seconda affermazione, in quanto sicuramente ho superato il limite dei 50 ma non quello dei 90 Km/h.

I vigili non erano muniti di autovelox e non mi hanno rilasciato il verbale dicendo che avevano terminato il blocco e che mi verrà spedito a casa. Posso fare ricorso? Ho possibilità?

Occorrerà pazientemente attendere il verbale di multa, se, e quando, le sarà notificato, per capire come la pattuglia della polizia municipale intenderà dissimulare una sanzione amministrativa immediatamente contestata con una contestata in differita.

Non è da escludere che gli agenti abbiano solo voluto concedersi una distrazione dalla noiosa routine estiva, fermandola e minacciando una sanzione che risulterebbe salatissima, attesa la gravità delle presunte violazioni del Codice della strada che le verrebbero addebitate.

In ogni caso, ammesso e non concesso che i vigili decidessero di adottare una prassi quanto meno originale, l’unico modo per opporsi è quello di procedere con querela di falso, con il supporto di un avvocato (il cui onorario sarà pienamente giustificato dall’entità della sanzione pecuniaria) non tanto per mettere in discussione le presunte violazioni, quanto per denunciare la difformità delle circostanze riportate nel verbale rispetto ai fatti realmente accaduti: mi riferisco alla parte in cui, necessariamente, si sosterrà che non è stato possibile contestare immediatamente l’infrazione al trasgressore per non intralciare il traffico o perchè il conducente si è rapidamente allontanato.

Com’è noto, infatti, l’atto pubblico, quale il verbale di multa, fa piena prova, fino a querela di falso, delle dichiarazioni e degli altri fatti che l’agente attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti.

Tuttavia, mentre è assai difficile contestare l’avvenuta infrazione (passaggio con il rosso o superamento dei limiti di velocità), meno complicata risulterebbe, specie ricorrendo ad eventuali testimoni, mettere in discussione che l’infrazione non è stata immediatamente contestata pur avendo la pattuglia proceduto a fermare il presunto trasgressore.

Naturalmente, si parte dal presupposto che non è previsto dalle norme vigenti contestare in differita una sanzione per violazione del Codice della strada dopo aver fermato il presunto trasgressore adducendo come motivazione di non disporre, al momento, dell’apposito blocco in dotazione.

20 Agosto 2015 · Giuseppe Pennuto

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 219 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse » Ricorso multa per presunta violazione codice della strada. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.