Multa per violazione del codice della strada e rigetto del ricorso al giudice di pace - Posso adire un altro giudice?

Ho dato mandato a uno studio notarile per rappresentarmi in un ricorso contro un comune che mi ha notificato più infrazioni al cds: il ricorso al giudice di pace e stato rigettato dallo stesso e non sono ancora a conoscenza delle motivazioni del rigetto.
Ora mi chiedo come devo agire .... le mie domande sono le seguenti :
1 posso rivolgermi a un altro giudice ?
2 se si a cosa vado incontro.
3 quali possono essere i costi
non sono andato nello specifico lo faccio ora.
Dopo aver variato la viabilità in prossimità di un incrocio semaforico e canalizzata la stessa su 2 corsie dove la corsia di destra deve essere utilizzata per transitare proseguendo nel senso di marcia mentre quella di sinistra è dedicata alla sola svolta a sinistra su entrambe la segnalazione della corsia è indicata sulla sede stradale con freccia e sul semaforo con freccia segnaletica colorata in base alla funzione semaforica. venivo ripreso da apparecchiatura del tipo ripresa costante per infrazione del passaggio con semaforo rosso.
La mia contestazione parte dal presupposto che io invadevo la corsia di sx proseguivo la marcia nel senso direzionale dove il semaforo indicava il verde l apparecchiatura con più immagini immortalava il mio veicolo alla striscia di arresto al centro del incrocio e oltre .... ma i verbali a me notificati mi contestano il passaggio con il semaforo rosso.
Sono a conoscenza di più di multe rigettate allo steso studio al quale mi sono rivolto nello stesso giorno di giudizio.
Ora mi chiedo come sia possibile convalidare una infrazione che non esiste ripeto freccia verde proseguire nello stesso senso di marcia freccia rossa svolta a sx apparecchiatura omologata per mancanza rispetto della segnalazione semaforica non per errato uso di corsia canalizzata.
Aggiungo la poca segnalazione della modifica della viabilità .... nessun tipo di cartello stradale con segnalazione della canalizzazione ecc...
Il cds va rispettato sono d'accordo ma centinaia di multe effettuate in breve periodo a centinaia di persone per più con evidenti non conformità mi paiono una truffa. Sono completamente cosciente di ciò che ho esposto in questa mia richiesta di aiuto. Anticipatamente vi Ringrazio per qualsiasi vostro commento.

Potrà ricorrere in appello entro 30 giorni dalla data di notifica della sentenza del Giudice di Pace.

Infatti, secondo giurisprudenza consolidata (si veda ordinanza 13736/2018 Suprema Corte), l'appello avverso la sentenza di primo grado, da proporsi con ricorso secondo il rito del lavoro, va depositato in cancelleria entro il termine di decadenza di trenta giorni dalla notifica della sentenza o, in caso di mancata notifica, entro il termine di sei mesi dalla data di pubblicazione della sentenza.

Naturalmente occorrerà analizzare approfonditamente il contenuto della sentenza di rigetto e valutare l'opportunità di presentare ricorso, nonché i costi da sostenere, con il professionista di propria fiducia.

20 settembre 2018 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?