Composizione della crisi da sovraindebitamento e azione revocatoria del creditore

Uno dei vari creditori mi ha citata in revocatoria per una donazione da me effettuata al coniuge: vorrei sapere se avvalendomi della legge salva suicidi decade l'azione revocatoria di cui sopra, anche perché non vorrei dismettere il patrimonio immobiliare, ma accontentare i creditori con una cifra inferiore al dovuto.

Se riesce a presentare in Tribunale un accordo di ristrutturazione che raccolga il consenso dei titolari di almeno il 60% della massa debitoria o se riesce a farsi approvare un piano del consumatore (con o senza l'assenso dei creditori), il giudice ordina la cancellazione della trascrizione di eventuali pignoramenti in corso, effettuati anche in conseguenza di accoglimento di azione revocatoria proposta dal creditore.

Per quanto attiene l'accordo di ristrutturazione del debito, quando uno dei creditori non aderisce perchè contesta la convenienza dell'accordo, il giudice lo omologa comunque se ritiene che il credito può essere soddisfatto dall'esecuzione dello stesso in misura non inferiore all'alternativa di liquidazione del patrimonio del debitore.

Tuttavia, la semplice presentazione al Tribunale di un accordo di ristrutturazione o di un piano del consumatore non sospende, nè fa decadere il procedimento in corso di cui all'articolo 2901 del codice civile. Gli effetti della legge 3/2012 si esplicano solo ad omologazione avvenuta di un accordo con i creditori o di un piano del consumatore.

4 novembre 2018 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)
sovraindebitamento e legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento - esdebitazione o esdebitamento

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Azione revocatoria di atti del debitore - Intento fraudolento e preordinazione dolosa ai danni del creditore
Com'è noto, l'azione revocatoria è l'azione giudiziale con cui il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci, nei suoi confronti, gli atti di disposizione del patrimonio del debitore finalizzati a compromettere la futura riscossione coattiva del credito. Se l'azione revocatoria ha per oggetto atti posteriori al sorgere del credito, ad ...
Eredità di un immobile - Se il defunto lascia al debitore il diritto di abitazione il creditore non può esperire azione revocatoria della rinuncia alla riduzione della quota di legittima
Supponiamo che il debitore accetti il diritto di abitazione, a lui destinato nel testamento, e rinunci a promuovere nei confronti dei coeredi testamentari dello stesso immobile caduto in successione, ogni azione di riduzione per lesione della quota di legittima. In questo modo, il debitore preclude al creditore la possibilità di ...
Azione revocatoria - La parentela fra debitore ed acquirente è condizione per esercitarla
Il curatore fallimentare che intenda promuovere l'azione revocatoria ordinaria, per dimostrare che l'atto di disposizione, sul patrimonio effettuato dal debitore fallito, sia pregiudizievole per il recupero del credito, ha l'onere di provare tre circostanze: la consistenza del credito vantato dai creditori ammessi al passivo nei confronti del fallito; la preesistenza ...
Azione revocatoria di atti disposti dal fideiussore del debitore
L'azione revocatoria ordinaria presuppone, per la sua esperibilità, la sola esistenza di un debito, e non anche la sua concreta esigibilità, con la conseguenza che, prestata fideiussione in relazione alle future obbligazioni del debitore principale connesse all'apertura di credito regolata in conto corrente, gli atti dispositivi del fideiussore successivi all'apertura ...
Fondo patrimoniale » Il creditore può esercitare azione revocatoria se è costituito per evitare pignoramento
Il creditore può far annullare il fondo patrimoniale costituito dal debitore, con un'azione revocatoria, se viene provato che lo stesso è stato costituito esclusivamente in previsione dell'insorgenza del debito. Il debitore se con un atto dispositivo cerca di arrecare pregiudizio al creditore, dopo aver ricevuto una condanna al pagamento di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca