Reddito di cittadinanza decaduto per problemi con stato di famiglia

Mia figlia 2 anni fa è andata a convivere con il ragazzo quando ha fatto il cambio di residenza al comune ha dichiarato che c’era un rapporto affettivo quindi (lo abbiamo saputo dopo) risultavano nello stesso stato di famiglia.

Dopo 6 mesi, visto che non lavorava, ha fatto richiesta di reddito di cittadinanza che gli è stato dato (circa 400 euro al mese) un paio di mesi fa è stata chiamata dal comune di residenza che gli ha fatto notare che nell’isee ci deve essere anche il ragazzo (partita iva che fattura circa 9 mila euro l’anno), mia figlia ha aggiornato isee e per questo motivo il reddito di cittadinanza è decaduto.

Adesso la situazione è che non esiste più il rapporto affettivo ma a causa del coronavirus mia figlia non ha potuto trovare un’altra sistemazione quindi convive con il ragazzo per dimezzare il costo delle bollette. La mia domanda è se può comunicare al comune che non c’è più un legame affettivo per rimanere da sola nello stato di famiglia e poter richiedere nuovamente l’RDC.

Molto difficile, se non impossibile, scindere la famiglia anagrafica di una coppia quando al momento in cui uno dei due soggetti ha preso residenza presso l’unità abitativa occupata dall’altro, è stata dichiarata l’esistenza di vincoli affettivi.

Per richiedere nuovamente il reddito di cittadinanza sua figlia dovrà attendere la fine dell’emergenza sanitaria e trovare una nuova sistemazione.

26 Aprile 2020 · Genny Manfredi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?