Recupero credito per mancato pagamento utenza gas

Dopo la chiusura di un contratto domestico del gas, causa trasloco, ho ricevuto una bolletta che supera i 2000 euro e che non ho modo di saldare. Risulta una differenza enorme tra le mie autoletture e la lettura svolta dagli operatori che hanno chiuso il contatore.

Sono un dipendente statale a tempo indeterminato. Quali rischi corro?

La disattivazione della fornitura va richiesta dal cliente dopo aver inviato al venditore il recesso nel rispetto del termine di preavviso previsto dalla normativa sul recesso (massimo un mese).

La richiesta di disattivazione deve essere trasmessa dal venditore entro 2 giorni lavorativi al gestore della rete di distribuzione che, a sua volta, deve provvedere alla disattivazione della fornitura entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta.

In caso di trasloco, la lettura del contatore va effettuata dal cliente, contestualmente alle operazioni di disattivazione del contatore da parte del gestore della rete di distribuzione, quando l’utenza è ancora nella disponibilità del conduttore uscente, in modo da evitare consumi abusivi di energia e disallineamento fra l’autolettura effettuata del cliente e la lettura rilevata dagli operatori che provvedono alla chiusura del contatore.

Quello che lei rischia adesso è l’obbligo di estinguere il debito pregresso per attivare una nuova fornitura: qualora non si ponesse l’esigenza di sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura, il creditore potrebbe procedere per il pignoramento dello stipendio. In alternativa, il credito potrebbe essere ceduto ad una società di factoring e verrà contattato dal solito addetto al recupero crediti che le proporrà una soluzione stragiudiziale di componimento del contenzioso.

14 Gennaio 2019 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Addebito cmor su utenza diversa da quella oggetto di contestazione - E' regolare?
Ho un contenzioso con il precedente fornitore di gas per una bolletta di luglio 2017 non saldata in quanto, a mio avviso, con errori di calcolo dei consumi stimati. Ho pagato le bollette successive. A novembre 2017 ho chiesto la chiusura del contatore al gestore perchè ho venduto casa: da settembre 2017 abito in una nuova casa, con un altro contatore ed un altro fornitore, e pago ovviamente regolarmente le bollette. Il vecchio gestore mi avvisa che chiederà al nuovo di fatturarmi il CMOR. Può farlo, considerato che si tratta di un'utenza e di un contatore diversi? ...

Recupero di un credito all'estero per mancato pagamento del canone di locazione - Quanto costa e quali sono i tempi?
Dopo ricevimento di sfratto e consegna delle chiavi per un appartamento locato in Italia il mio inquilino che lavora in Svizzera mi deve circa 2500 euro per affitto non pagato + spese avvocato/tribunale. Posso recuperare il credito con il pignoramento del salario mediante decreto ingiuntivo? Se si come fare? Quanto mi costa? I tempi? ...

Recupero crediti per presunto mancato pagamento dei corrispettivi di sosta
I miei genitori hanno ricevuto stamane una lettera (posta ordinaria) indirizzata a me (ho spostato domicilio ma risulto ancora residente da loro), in cui una società di recupero crediti comunicava che la AMT - agenzia per la mobilità territoriale - SpA in liquidazione ha ceduto a loro i suoi crediti, e chiedono il pagamento di due corrispettivi di sosta (avvisi del 11 novembre 2009 e 30 novembre 2009 rispettivamente) a loro avviso non pagati, per un ammontare di 12,00 euro + 10,00 euro per gli avvisi di sosta + 15,00 euro per "diritti". Indicano che vanno pagati entro 7 giorni ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Recupero credito per mancato pagamento utenza gas