Recupero di un credito all'estero per mancato pagamento del canone di locazione - Quanto costa e quali sono i tempi?

Dopo ricevimento di sfratto e consegna delle chiavi per un appartamento locato in Italia il mio inquilino che lavora in Svizzera mi deve circa 2500 euro per affitto non pagato + spese avvocato/tribunale. Posso recuperare il credito con il pignoramento del salario mediante decreto ingiuntivo? Se si come fare? Quanto mi costa? I tempi?

Il recupero crediti all'estero (parliamo di un debitore cittadino italiano impiegato presso un datore di lavoro svizzero) è senz'altro fattibile, ci mancherebbe. Ma le costerebbe senz'altro molto di più dei 2.500 euro (e spese) di cui lei è creditrice.

Con la prospettiva, da mettere in conto, di una azione esecutiva infruttuosa (il debitore potrebbe licenziarsi o cambiare lavoro) o, se andasse bene, di ricevere una quota mensile dello stipendio (al netto delle tasse - non conosco bene quanto sia la percentuale massima di pignorabilità dello stipendio secondo la normativa elvetica) per qualche anno.

Insomma, la prossima volta pretenda una fideiussione bancaria come garanzia per il pagamento dei canone di locazione (almeno sei mensilità, per stare tranquilla un minimo).

24 ottobre 2017 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fideiussione
riscossione coattiva transfrontaliera

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Decreto ingiuntivo per credito relativo a canoni di locazione arretrati - Non opporsi può costare caro
Il decreto ingiuntivo non opposto acquista autorità di giudicato, in relazione al diritto di credito in esso sancito, tanto in ordine all'esistenza e validità del rapporto ed alla prestazione dovuta, quanto alla inesistenza di fatti impeditivi, modificativi o estintivi, impedendo che in un successivo giudizio avente ad oggetto una domanda ...
Decreto ingiuntivo » Documenti che valgono come prova scritta valida per ottenerlo
Di norma, qualsiasi creditore può recuperare il proprio credito dal debitore, ottenendo dal Giudice l'emissione di un decreto ingiuntivo. Perchè questo sia possibile, però, il creditore deve fornire una prova scritta. Quali documenti si considerano validi a questo fine? Chiariamo quest'aspetto nel prosieguo dell'articolo. Come accennato, per procedere al recupero ...
Crisi e famiglia » Quanto costa oggi crescere un figlio?
Quanto costa crescere un figlio in tempo di crisi? Quanti figli è possibile mantenere, in base alle possibilità economiche presenti e future? A queste, ed altre, domande, rispondiamo nel prosieguo dell'articolo. Partiamo da uno studio europeo: ad esempio, il costo medio che i genitori britannici devono sostenere per crescere i ...
Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Se il garante escusso a prima richiesta paga al creditore garantito una somma in eccesso rispetto a quanto dovuto dal debitore principale, può il debitore chiedere al creditore la restituzione della differenza?
La risposta alla domanda è negativa: infatti, il debitore di un rapporto obbligatorio il cui adempimento sia stato garantito da una garanzia a prima richiesta, ha diritto a ripetere dal garantito quanto percepito in eccedenza mediante l'intera escussione della garanzia, rispetto all'importo del suo effettivo credito, soltanto se sia stato ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca