Recupero crediti internazionale EPC per multe parcheggio in Serbia (Belgrado)

Il mio quesito riguarda ben 11 multe rivevute da EPC Euro Parking Collection plc, una società con sede a Londra e banca in Germania autorizzata da diverse Organizzazioni emittenti europee.

Mi sono arrivati undici (11) avvisi di accertamento di infrazione, datati 30/7/2015 e con scadenza 27/8/2015. Le infrazioni sarebbero state commesse a Belgrado nel settembre 2013 ; solo in uno è riportata la motivazione (sostava senza mostrare un permesso o una ricevuta valida), negli altri dieci si legge : Parcheggio in violazioni delle regole e condizioni. Le foto allegate mostrano solo l'auto correttamente parcheggiata assieme alle altre.

Peraltro la somma da pagare è maggiorata di circa il 150% rispetto alle multe solitamente somministrate a Belgrado per sosta senza esposizione del contrassegno.

Quali sono le conseguenze di un mancato pagamento relativi ai dieci avvisi senza specifica contestazione? Esiste un accordo Italia-Serbia in merito? Quali strumenti sono a disposizione della società estera di recupero crediti EPC per forzare il pagamento? Possono sussistere gli estremi per un ricorso e nel caso conviene presentarlo attraverso il form del sito EPC oppure tramite altra via?

Non possiamo nient'altro aggiungere ai contenuti già inseriti nelle discussioni sullo stesso argomento, di cui invitiamo a prendere visione cliccando su questo tag.

15 agosto 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decreto ingiuntivo da Croazia Serbia a altri paesi est europei per divieto di sosta ticket parcheggio o pedaggio autostradale non pagati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Recupero crediti » Come difendersi dagli abusi e dalle scorrettezze?
Stanno aumentando, nel nostro Paese, sempre di più le denunce contro le agenzie di recupero crediti che praticano lo stalking creditizio: ovvero abusi e scorrettezze verso il debitore per il recupero delle somme insolute. In questo articolo, vi spieghiamo come difendersi. Siamo, da un bel pò , purtroppo, in tempo di ...
Avvisi di recupero di agevolazioni
“Gli avvisi di recupero di crediti di imposta illegittimamente compensati, oltre ad avere una funzione informativa dell'insorgenza del debito tributario, costituiscono manifestazioni della volontà impositiva da parte dello Stato al pari degli avvisi di accertamento o di liquidazione, e come tali sono impugnabili innanzi alle Commissioni tributarie, ai sensi del ...
Fatture energia elettrica e gas: arrivano i cacciatori di bollette » Eni, Enel, Edison e Sorgenia si affidano a società di recupero crediti
Le società erogatrici di energia non riescono più a riscuotere le somme delle fatture inviate ai consumatori, così, entrano in scena i cacciatori di bollette: scopriamo chi sono. Dall'inizio della crisi, ormai circa 10 anni fa, molte famiglie e aziende italiane sono in difficoltà. Chi ha perso il proprio lavoro, ...
Sinistro senza assicurazione » Come funziona il recupero crediti del Fgvs
Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS), costituito presso Consap ai sensi dell'art 283, 1° comma, del Codice delle Assicurazioni, provvede tra l'altro a rimborsare alle Imprese Designate gli indennizzi da queste ultime corrisposte per sinistri causati dalla circolazione di veicoli e natanti non coperti da assicurazione ...
Tassa di circolazione per veicolo in leasing » A chi spetta l'onere
In caso di un'autovettura in uso tramite contratto di leasing, a chi spetta l'onere della tassa automobilistica, ovvero del cosiddetto bollo auto? In caso di automobile concessa in leasing, la tassa automobilistica deve essere pagata esclusivamente dall'utilizzatore dell'autovettura. Da ciò si evince che, in caso di mancato pagamento o morosità, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca