Espatrio per lavoro in attesa di ottenere la cittadinanza italiana – Il passaporto temporaneo per superare gli intoppi burocratici nel caso ci sia urgenza di lasciare l’Italia

Sono di nazionalità italiana, nel febbraio 2016 ho sposato una donna filippina residente in italia con regolare carta di lungo soggiorno. La legge italiana prevede che solo allo scadere del secondo anno di matrimonio è possibile fare richiesta (obbligatoriamente on line) per la cittadinanza italiana al coniuge extracomunitario. Quindi a febbraio 2018 faremo questa richiesta. Abbiamo saputo che dopo aver fatto questa richiesta le prefetture impiegano quasi un altro anno per la convocazione al giuramento, e quindi la cosa slitterebbe al 2019. Io e mia moglie vorremmo trasferirci in Inghilterra per lavoro, la mia domanda é la seguente: basterebbe la ricevuta di richiesta di cittadinanza e il certificato di matrimonio per espatriare per motivi di lavoro? Esistono altri escamotage per superare questa burocrazia prefettizia?

A quanto ci sembra di capire, il problema nasce dall’esigenza di disporre di un passaporto italiano per il coniuge d’origine filippina, allo scopo di evitare l’obbligo del visto di ingresso in Inghilterra, dal momento che non sarebbe possibile ottenere, per tempo, una carta di identità attestante la cittadinanza italiana e valida per l’espatrio.

Se non abbiamo inteso male, un tentativo che può essere fatto presso la Prefettura, è quello di presentare istanza per un passaporto temporaneo, esibendo l’attestato di richiesta di cittadinanza italiana e il certificato di matrimonio: si tratta di un documento di espatrio di emergenza, con validità ridotta (pari o inferiore a 12 mesi), previsto in tutti i casi eccezionali nei quali sussista la necessità e l’urgenza di ottenere il passaporto, ma risulti temporaneamente impossibile il rilascio di quello ordinario.

10 Novembre 2017 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Reddito di cittadinanza per cittadina italiana senza fissa dimora
Sono un cittadino italiano, ho contattato il CAF di Rimini Celle e mi ha girato la vostra e-mail: mia madre è italiana, invalida civile all'80% e non ha reddito, ha 60 anni, non ha pensione e nemmeno rendite ad eccezione della pensione di invalidità civile di circa 300 euro. Ha dovuto lasciare l'immobile dove risiedeva per problemi di saluto in quanto affetta da un tumore (dovrebbe essere in forma benigna) ed entro l'anno corrente deve subire un intervento chirurgico per l'asportazione. Attualmente non ha residenza ed è domiciliata un po' da me ed un po' da mia sorella. Per il ...

Situazione di temporaneo stallo su un decreto ingiuntivo con un primo pignoramento già azionato - Poi ho cambiato datore di lavoro
Il 5 dicembre 2017 ho ricevuto un decreto ingiuntivo per 35 mila euro con precetto, per un vecchio prestito del 2005 con plusvalore SPA in liquidazione, di 15 mila euro. Tra interessi, more, e spese legali si è arrivati ai suddetto importo. A febbraio 2018 è arrivato il pignoramento del quinto dello stipendio. Il quale è andato avanti per 5 mesi poi ho cambiato lavoro e ditta e il tutto si è fermato . In totale hanno trattenuto circa 3000 euro pignorando anche 1/5 del TFR. Da circa 6 mesi non ho più avuto notizie del recupero crediti. Nel frattempo ...

Quinto della busta paga in accantonamento per precedente pignoramento in attesa di assegnazione giudiziale e nuovo decreto ingiuntivo - L'azienda, in caso di un secondo pignoramento al terzo datore di lavoro del debitore, accantonerà un altro quinto?
Nel mese di giugno 2019 ricevo decreto ingiuntivo e l'azienda comincia ad accantonare il quinto del mio stipendio. L'udienza di convalida era fissata per il 18/3/20 ma causa covid è stata rinviata e non ho più saputo niente. In data odierna ricevo un altro decreto per un altro debito con finanziaria diversa. Vorrei sapere se l'azienda debba accantonare un altro quinto stipendio in attesa della convalida del giudice e cosa succederà con la convalida precedente non ancora avvenuta. Grazie. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Espatrio per lavoro in attesa di ottenere la cittadinanza italiana – Il passaporto temporaneo per superare gli intoppi burocratici nel caso ci sia urgenza di lasciare l’Italia