Mutuo chirografario deteriorato per la morte del garante e per la condizione di insolvenza conclamata in cui versa il debitore principale – Saranno chiamati a risponderne gli eredi?

Argomenti correlati:

Ho appena ricevuto una comunicazione dalla banca che sta per passare il mio mutuo chirografario a un’agenzia per i crediti deteriorati. Si tratta di un prestito di 50 mila euro a 10 anni (poi ricalcolato) risalente a 15 anni fa e firmato da un parente come garanzia.

A tutt’oggi il parente è deceduto, il debito residuo è di circa 13 milaeuro e io non ho proprietà o introiti tali per poter stralciare la mia posizione.

Dopo le debite verifiche in cui risulterà che sono nullatenente, l’agenzia potrà rivalersi sugli eredi del parente firmatario?

Sicuramente, lo scenario più verosimile che si profila nel breve medio termine, stante la condizione di nullatenente del debitore principale e il decesso del garante, sarà quello di aggressione, da parte del creditore cessionario, dei beni degli eredi del defunto, se ve ne sono.

Se la cosa può confortare, va aggiunto che, a norma dell’articolo 752 del codice civile, i coeredi contribuiscono tra loro al pagamento dei debiti in proporzione delle loro quote ereditarie.

In altre parole, per fortuna degli eredi del garante, il debito lasciato dal defunto a seguito dell’inadempimento del debitore principale e della sua condizione economico patrimoniale attuale, non è solidale (nel senso che i coeredi non saranno obbligati tutti per la medesima prestazione, in modo che ciascuno potrebbe essere costretto all’adempimento per la totalità e l’adempimento da parte di uno liberebbe gli altri), ma ciascuno risponderà in base alla quota di eredità di cui ha beneficiato.

15 Marzo 2019 · Rosaria Proietti

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Fido in banca e morte debitore principale - La banca deve aspettare successione per riscuotere il credito dal garante?
Il titolare azienda é deceduto: se figli e coniuge non accettano eredità, la banca può già farsi avanti al garante per il debito o deve aspettare un accettazione dell'eredità da un altro parente? ...

Conto corrente del de cuius che non può essere chiuso per problematiche burocratiche - Se va in rosso per spese di gestione, gli eredi possono essere chiamati comunque a risponderne?
A seguito della morte di mia madre, titolare di un conto corrente in banca ho fatto richiesta di estinzione: dalle verifiche effettuate risulta però che mia madre divorziata in francia dal 1962 non ha mai registrato la separazione in Italia pertanto risultando coniugata non possono estinguere il conto. Preciso che ex marito divorziato si è poi risposato in Francia ed è deceduto nel 2000. Impossibilitati nel produrre e registrare la sentenza di divorzio perché avvenuta in francia nel 62 e siamo senza documenti siamo bloccati e non abbiamo possibilità di estinguere il conto. Essendo il conto bancario di poca entità ...

Garante mutuo con casa di proprietà e rate non pagate dal debitore principale
Ho fatto da garante a mia figlia per un mutuo casa ma ha perso il lavoro e non sta pagando le rate: la banca si rivolgerà a me in quanto garante? Ma anche io non posso pagare le rate perché ho una pensione di 600 euro, ma ho una casa di proprietà. In questo caso la banca che fara, pignorerá la casa oggetto del mutuo? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Mutuo chirografario deteriorato per la morte del garante e per la condizione di insolvenza conclamata in cui versa il debitore principale – Saranno chiamati a risponderne gli eredi?