Garante mutuo con casa di proprietà e rate non pagate dal debitore principale

Ho fatto da garante a mia figlia per un mutuo casa ma ha perso il lavoro e non sta pagando le rate: la banca si rivolgerà a me in quanto garante? Ma anche io non posso pagare le rate perché ho una pensione di 600 euro, ma ho una casa di proprietà. In questo caso la banca che fara, pignorerá la casa oggetto del mutuo?

Naturalmente, prima di fare qualsiasi passo, la banca dovrà notificare al garante ed al debitore principale (sua figlia) la cosiddetta Decadenza dal Beneficio del termine (DBT) chiedendo di corrispondere, in un'unica soluzione il capitale residuo del mutuo.

In caso di inadempimento, se nel contratto di garanzia è previsto il beneficio di escussione (obbligo di tentare l'escussione del debitore principale prima di sottoporre ad azione esecutiva il garante), verosimilmente la banca procederà ad espropriazione dell'immobile, garantito da ipoteca, di proprietà del debitore principale.

Altrimenti, potrà espropriare la casa di proprietà del garante, se più facilmente commerciabile o in grado di assicurare un ricavato maggiore dalla vendita all'asta, riducendo o cancellando l'ipoteca sull'immobile del debitore principale.

Insomma, uno dei due immobili dovrà essere necessariamente sacrificato.

8 febbraio 2019 · Carla Benvenuto

Altre discussioni simili nel forum

debiti - garante

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca