Iscrizione ipotecaria debito fisco

Domanda di Eligioermeti45
30 maggio 2012 at 10:42

Tre anni fa, avendo un debito con il fisco di 40 mila euro ho chiesto la rateazione: mi è stata concessa e mi è stata contestualmente iscritta un'ipoteca sulla casa d'abitazione. Ora che, dopo le rate regolarmente pagate, il mio debito è sceso a 7.000, quindi sotto la soglia prevista dalla legge 106/11, Equitalia si rifiuta di togliermi l'ipoteca asserendo che è stata iscritta per 40.000 Euro e quindi non rientra nel caso previsto dalla legge. Secondo Voi è normale? A me sembra che venga applicata la lettera e non lo spirito della legge che è quello di evitare che per recuperare un credito si usi uno strumento sproporzionato. E' vero che al momento dell'iscrizione il debito era di 40.000 euro, ma è anche vero che in questo momento sulla mia casa insiste un'ipoteca sproporzionata quando il mio debito è di solo 7000 euro.

Risposta di Giuseppe Pennuto
30 maggio 2012 at 11:03

Il suo stesso ragionamento potrebbe svolgerlo un soggetto cui è stato erogato un mutuo ipotecario di 200 mila euro, dopo, ad esempio, il pagamento della rata che porta il debito residuo a 99 mila e rotti euro ...

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Equitalia - Iscrizione ipotecaria esattoriale e tutela d'urgenza
Iscrizione ipotecaria per crediti futuri - Limiti di efficacia della garanzia
Equitalia » Calcolo della soglia per l'ipoteca: rientrano anche le cartelle esattoriali impugnate dal contribuente
Ipoteca su più immobili - diritto alla restrizione a fronte di una riduzione dell'esposizione debitoria
Iscrizione di ipoteca esattoriale - per Equitalia obbligo di comunicare i termini del ricorso ed il giudice competente

Briciole di pane




Cerca