Decadenza e prescrizione per la notifica di una cartella esattoriale originata dal mancato pagamento del verbale di accertamento della violazione al Codice della strada

Il termine entro il quale la Polizia Urbana deve iscrivere a ruolo una contravvenzione al Codice della strada (del 2014) notificata nei termini, è di 5 anni? Sapendo che il termine di prescrizione delle multe appunto è quinquennale, il dubbio è sul termine entro il quale va fatta la iscrizione a ruolo della contravvenzione da parte del Comando dei vigili (iscrizione effettuata nel 2017).

Dalla consegna poi del ruolo ad una società di gestione entrate e tributi (Soget spa) entro 2 anni va emessa la cartella esattoriale, altrimenti il credito diventa inesigibile, se non erro.

La Legge Finanziaria 2008 dispose che, a decorrere dal primo gennaio 2008, Equitalia non poteva svolgere attività finalizzata al recupero di somme di spettanza comunale relative a sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada, iscritte nei ruoli per i quali, alla data di acquisizione delle ex aziende concessionarie da parte della stessa Equitalia, non era stata notificata la cartella di pagamento entro due anni dalla consegna del ruolo.

La data di acquisizione delle ex aziende concessionarie da parte di Equitalia, come riportata al comma 7 della finanziaria 2008, fu il primo ottobre 2006. Quindi la decadenza biennale, a decorrere dalla data di esecutività del ruolo, della cartella esattoriale originata dal mancato pagamento del verbale per infrazione al Codice della strada accertata dalla polizia municipale, vale per tutte le cartelle esattoriali notificate in data anteriore al primo ottobre 2006: ma questa norma, ormai, fa parte della storia.

Per le sanzioni amministrative, quali anche quelle previste per infrazione al Codice della strada, il termine di prescrizione è di cinque anni dalla data in cui è stata commessa l’infrazione. Infatti, l’articolo 28 della legge 689/81 dispone che il diritto a riscuotere le somme dovute per le violazioni indicate dalla presente legge si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione.

Non esiste, dunque, un termine di decadenza fissato per l’iscrizione a ruolo del debito derivante dal mancato pagamento del verbale di multa: la Pubblica Amministrazione deve agire in modo da riuscire a far notificare la cartella esattoriale, da parte del concessionario, nel termine perentorio quinquennale di prescrizione (cinque anni dal giorno in cui è stata commessa l’infrazione).

14 Maggio 2018 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Diventa complicata (o, meglio, impossibile) l'opposizione a cartella esattoriale originata da multe per violazione al Codice della strada in assenza di notifica del verbale di accertamento o quando il verbale viene notificato tardivamente
Fino al 22 settembre 2017 (data di pubblicazione della sentenza 22080/2017 della Corte di cassazione a sezioni unite) il rimedio dell'opposizione all'esecuzione (ex articolo 615 del codice di procedura civile) era stato individuato come praticabile contro la cartella esattoriale, per dedurre il vizio di notifica del verbale di accertamento. Così aveva individuato la giurisprudenza di legittimità, a far data dalla pronuncia 4814/2008. In pratica, nel caso di omessa notifica del verbale di accertamento della violazione al Codice della strada, o di notifica tardiva del verbale di accertamento dopo i 90 giorni previsti dalla legge, bastava opporsi alla successiva notifica della ...

Opposizione alla cartella esattoriale originata dall'omesso pagamento di una sanzione amministrativa quando il verbale di accertamento dell'infrazione al Codice della strada non è stato mai notificato
In tema di opposizione agli atti - cartella esattoriale o ingiunzione fiscale - finalizzati alla riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria, irrogata per violazione del codice della strada, ove la parte deduca che essa costituisce il primo atto con il quale sia venuta a conoscenza della sanzione stessa in ragione della nullità o dell'omissione della notifica del processo verbale di accertamento della violazione, è esclusa la possibilità di esperire l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 codice di procedura civile. L'opposizione deve essere proposta ai sensi dell'articolo 7 del decreto legislativo 150/2011, a norma del quale, le controversie in materia di opposizione ...

E' di 30 giorni dalla data di notifica della cartella esattoriale il termine per eccepire l'omessa notifica del verbale di accertamento di infrazione al Codice della strada
In relazione alla cartella esattoriale o all'avviso di mora emessi per riscuotere sanzioni amministrative pecuniarie sono possibili le seguenti azioni: l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, allorquando si contesti la legittimità della iscrizione al ruolo per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione stessa (nel caso di avvenuto pagamento o di omessa notifica del verbale della sanzione amministrativa da cui origina la cartella esattoriale) o si adducano fatti estintivi sopravvenuti alla formazione del titolo esecutivo (come l'intervenuta decadenza dei termini di notifica della cartella esattoriale, l'avvenuto pagamento della multa, il decesso del trasgressore proprietario del veicolo); ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decadenza e prescrizione per la notifica di una cartella esattoriale originata dal mancato pagamento del verbale di accertamento della violazione al Codice della strada