Garanzia prestata a favore di società in accomandita semplice di cui era socio accomandatario mio marito defunto – Sono sciolta da ogni garanzia verso la banca con la rinuncia all’eredità di mio marito?

Sposata con separazione dei beni a socio accomandatario di una sas, ho firmato come garante per prestito banca, insieme ai suoceri.

Defunto mio marito, ho rinunciato all’eredità. Sono sciolta da ogni garanzia verso la banca? I genitori di mio marito sono tuttora viventi.

Purtroppo no: rinunciando all’eredità lasciata da suo marito defunto, socio accomandatario della sas, lei non sarà obbligata al rimborso dei debiti della sas accollati in quota a suo marito.

Tuttavia, dovrà comunque rispondere del rimborso del prestito erogato dalla banca e coperto dalla garanzia che lei ha prestato.

La banca potrà escuterla non in qualità di erede del socio accomandatario della sas, ma semplicemente come obbligata al rimborso di un prestito erogato ad un debitore inadempiente, sulla cui solvibilità lei ha garantito.

25 Marzo 2018 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento (ex legge 3/2012 - salva suicidi) per il socio accomandatario di una società in accomandita semplice
Sono socia accomandante (al 50%) di una piccola Sas: d'accordo con il mio socio, dopo 13 anni, abbiamo deciso di chiudere l'attività (negozio abbigliamento) perché il volume d'affari si era progressivamente ridotto e di conseguenza anche di chiudere anche la società. La società ha contratto nel tempo alcuni debiti, tra cui un mutuo con garanzia ipotecaria, un mutuo chirografario e scoperto di conto corrente. Nonché è in arretrato di tre anni con il pagamento dei contributi Inps del socio accomandatario. Tutti i debiti contratti con le banche sono stati da me garantiti con fidejussione personale, avendo uno stipendio da lavoratore ...

Chiusura di una società in accomandita semplice - Come il socio accomandante risponde dei debiti accumulati dalla società
Mio marito insieme al papà e alla mamma ha una società in accomandita semplice con un totale di cinque dipendenti, nella quale risulta socio accomandante. La società negli ultimi 5 anni ha chiuso bilanci in perdita accumulando debiti con erario, il lavoro c'è, ma non basta a coprire tutte le spese (stipendi, servizi, erario..), di conseguenza il debito con l'erario continua ad aumentare. Ritiene valida l'opportunità di continuare l'attività da solo chiudendo la vecchia ed in che modo riuscire a liberarsi dai debiti della vecchia società. ...

Garanzie bancarie soci sas e rinuncia all'eredità del socio accomandatario
Una sas aveva un debito verso una banca per euro 150 mila. A socio 25% accomandatario amministratore. B socio 25% accomandante C socio 25% accomandante D socio 25% accomandante Tutti i soci sono garanti del prestito, anche se sul contratto la prima firma naturalmente è di A. Il socio A amministratore non possiede immobili né altri beni. Il socio B si accolla il debito verso la banca e paga, a stralcio, euro 100 mila. Il socio B può rifarsi su A, per euro 100 mila (o 150 mila) quando questo erediterà dal proprio padre? Abbiamo saputo che A intende rinunciare ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Garanzia prestata a favore di società in accomandita semplice di cui era socio accomandatario mio marito defunto – Sono sciolta da ogni garanzia verso la banca con la rinuncia all’eredità di mio marito?