Come risolvere per evitare che i debiti dei genitori ricadano sui figli?

Argomenti correlati:

Sono una figlia preoccupata per le sorti della madre e per le mie e di mia sorella: entrambe lavoriamo e ci troviamo spesso a pagare per gli errori di mia madre.

Di recente mia madre, inoccupata e senza alcun reddito, ha ricevuto una lettera dall’Agenzia delle entrate per il pagamento di redditi non dichiarati e il pagamento non è rateizzabile.

Mia madre ha chiuso il conto in banca con tanta furbizia per salvare quel poco che aveva da chiunque potesse chiedergli e né lavora, né percepisce disoccupazione.

Le uniche persone fisiche su cui rivalersi e che “possono” pagare ,cosa per niente semplice da fare, siamo io e mia sorella.

Non riusciamo a sborsare l’intera somma perché troppo alta.

Io ho il timore che un giorno lo Stato possa venire a chiedermi la cifra maggiorata di eventuali penali.

Temo che l’Agenzia chieda a me di sanare il debito toccando il mio conto bancario o eventuali beni a me intestati in un futuro (macchina).

Quindi vorrei capire se noi figlie siamo obbligate a pagare i debiti di un genitore in vita se ci trova nel suo stato di famiglia e abbiamo la stessa residenz ?

Vorrei inoltre capire cosa fare per tutelarsi dal pagamento di debiti famigliari sia quelli che contrarrà in vita e quelli che verranno fuori quando sarà defunta.

Si tratta di preoccupazioni assolutamente infondate: i tributi ed i contributi previdenziali ed assicurativi dovuti dai genitori, non versati, evasi o pagati parzialmente non possono essere richiesti ai figli, fin quando i genitori sono in vita. Così come il rimborso di debiti contratti dai genitori presso banche e finanziarie non possono essere pretesi dai figli durante il periodo in cui i debitori sono in vita, a meno che i figli non abbiano prestato garanzia in favore dei propri genitori o non siano coobbligati (abbiano, cioè, richiesto il prestito sottoscrivendolo insieme ai propri genitori).

Quando il debitore muore, i figli, al fine di evitare l’obbligo di pagare i debiti lasciati dal genitore, possono esercitare il diritto di rinuncia all’eredità. A quel punto, chi ha avuto, ha avuto e chi ha dato, ha dato …

28 Agosto 2018 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debiti INPS e rinuncia eredità - Vorrei evitare l'accettazione tacita
Mio padre è finito un mese fa lasciando un debito inps, che stava pagando, a noi figli: a novembre 2018 ci ha donato tutti i suoi bene riservandosi l' Usufrutto a lui e dopo lui mia madre. Oggi stiamo pensando di fare rinuncia eredità visto che consiste solo di questi debiti. Come possiamo procedere? Nel frattempo ho provveduto a fare voltura dell usufrutto dei beni a mia madre e successivo suo subentro nei contratti di affitto. Mi hanno consigliato di non fare nessun pagamento a suo nome compreso dichiarazioni dei redditi e altro analogo: faccio bene? ...

Mio fratello ha debiti con Equitalia ed entrambi avremo in eredità la casa dei genitori - Cosa bisogna aspettarsi?
In riferimento a questo argomento, io sono la sorella bastonata e senza colpe e per questo vorrei evitare di dover rinunciare al bene che riceverò dai miei genitori e nemmeno pagare tutta la vita per colpe di altri. Cosa mi è consentito fare? ...

Debiti con Agenzia delle Entrate Riscossione e immobile ereditato da mio padre defunto - Come risolvere?
Mio padre è deceduto e siamo rimasti io e mia sorella: io ho un debito enorme con l'agenzia delle entrate riscossione e non posso intestarmi beni. Provo a fare la domanda: supponiamo che ci ciano 3 immobili. Sul testamento c'è scritto che una casa va a me e le restanti 2 a mia sorella. Io mi intesto la casa come prima casa: la prima casa non dovrebbe essere pignorabile. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Come risolvere per evitare che i debiti dei genitori ricadano sui figli?