Conto corrente e anagrafe tributaria


Conto corrente e libretto di deposito, pignoramento conto corrente carta con IBAN e libretto di deposito

Vorrei chiedervi quante anagrafi esistono che censiscono i conti correnti (a volte la chiamano anagrafe tributaria altre volte anagrafe dei conti correnti) e se queste possono essere consultate da Equitalia o dall’ufficiale giudiziario in diretta?

Se io aprissi un conto oggi, lo potrebbero vedere?

Vi chiedo questo perché ho letto che le banche sono tenute entro fine marzo a comunicare all’agenzia delle entrate i conti correnti con il saldo dell’anno precedente. Quindi se ogni anno apro un conto nuovo non mi beccano?

Effettivamente, al momento in cui scriviamo, i dati relativi ad un conto corrente bancario o postale, aperto il primo aprile del 2016 verranno trasmessi all’Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle entrate, solo nei primi mesi del 2017.

Ma si tratta di procedure suscettibili di cambiamento in corso d’opera e nulla esclude che, nel breve periodo, la trasmissione dei dati possa essere attivata con una maggiore frequenza.

Fra le misure per la tutela del credito, nonché per la semplificazione e l’accelerazione del processo di esecuzione, contenute nel decreto legge numero 132 del 12 settembre 2014 del governo Renzi, particolarmente incisive risultano quelle che consentono, a creditori privati, banche e finanziarie, l’accesso all’Anagrafe Tributaria, alle informazioni riconducibili ai conti correnti del debitore e ai rapporti intrattenuti dal debitore con datori di lavoro o committenti.

Più in particolare, quella indicata come Angagrafe Tributaria è un complesso di archivi elettronici che contengono i le più svariate informazioni relative a ciascun cittadino, fra le quali, oltre ai beni mobili ed immobili detenuti, segnaliamo:

– Contratti di somministrazione di Energia Elettrica;
– Premi assicurativi pagati;
– Contributi previdenziali versati;
– Interessi passivi corrisposti;
– Contratti di Assicurazioni stipulati;
– Trasferimenti da e per l’estero di denaro, titoli e valori, nonché delle operazioni oggetto di regolarizzazione di attività detenute all’estero;
– Iscrizione in Albi, registri ed elenchi tenuti da ordini professionali;
– Utenze telefoniche;
– Utenze idriche;
– Utenze del gas;
– Estremi delle caselle di Posta Elettronica Certificata (indagini bancarie);
– Dati in materia edilizia (DIA, Permessi e atti di assenso) da parte degli uffici comunali;
– Somme di denaro erogate dagli operatori del settore delle assicurazioni per la liquidazione dei sinistri.

12 Giugno 2016 · Annapaola Ferri

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 126 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Conto corrente e anagrafe tributaria. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.