Contestazione sulla risoluzione del contratto di prestito


Dopo aver ricevuto comunicazione di decadenza dal beneficio, del termine, nel caso decidessi di avviare tramite un avvocato una contestazione si bloccherebbe il processo verso il decreto ingiuntivo e il pignoramento?

Una contestazione stragiudiziale sulla legittimità della risoluzione contrattuale invocata dal creditore, può inviarla anche lei, senza dover, per questo, scomodare un avvocato. Sempre che ne abbia motivo fondato.

Se poi il creditore decida di desistere dal pretendere il rimborso in unica soluzione del capitale residuo del prestito, conseguente alla intervenuta decadenza dal beneficio del termine per il debitore, e dal proseguire azione esecutiva fermo restando l’inadempimento del debitore, è tutto da vedere e dipende sempre dalla natura e dalla fondatezza della contestazione.

16 Febbraio 2019 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Contestazione sulla risoluzione del contratto di prestito