Contestazione sulla risoluzione del contratto di prestito

Dopo aver ricevuto comunicazione di decadenza dal beneficio, del termine, nel caso decidessi di avviare tramite un avvocato una contestazione si bloccherebbe il processo verso il decreto ingiuntivo e il pignoramento?

Una contestazione stragiudiziale sulla legittimità della risoluzione contrattuale invocata dal creditore, può inviarla anche lei, senza dover, per questo, scomodare un avvocato. Sempre che ne abbia motivo fondato.

Se poi il creditore decida di desistere dal pretendere il rimborso in unica soluzione del capitale residuo del prestito, conseguente alla intervenuta decadenza dal beneficio del termine per il debitore, e dal proseguire azione esecutiva fermo restando l’inadempimento del debitore, è tutto da vedere e dipende sempre dalla natura e dalla fondatezza della contestazione.

16 Febbraio 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Banca minaccia risoluzione del contratto di mutuo sempre pagato regolarmente
Sono in causa con una banca in merito ad una fiudeiussione prestata, il giudice ha concesso provvisoria esecuzione ma siamo ancora in causa, l'avvocato però va avanti e avvia procedura espropriazione immobiliare per il mio unico immobile gravato da ipoteca, questo a febbraio, premetto che ad oggi non ho ricevuto nulla se non appunto a febbraio pignoramento immobiliare. La banca che mi ha concesso il mutuo prima casa sempre e dico sempre pagato regolare ora si mette di traverso e mi continua a tempestare di telefonate addirittura con minaccia di revoca mutuo, possono farlo? Il mutuo lo pago da 4 ...

Addebito diretto delle rate del prestito per il quale il creditore ha rescisso il contratto di dilazione del rimborso
Con la Decadenza dal beneficio del termine possono ancora addebitare le rate, ed il mandato viene revocato automaticamente o lo devo fare io personalmente presso le poste dove ho il conto corrente? ...

Omesso o ritardato versamento delle rate e risoluzione del contratto di mutuo
Com'è noto, la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto il ritardato pagamento quando lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata. La risoluzione del contratto comporta la decadenza del beneficio del termine (DBT) e la contestuale richiesta del rimborso del capitale residuo in un'unica soluzione. La risoluzione dei contratto del mutuo ipotecario conseguente alla comunicazione di decadenza del beneficio del termine ed alla notifica dell'atto di precetto obbliga, pertanto, il mutuatario al pagamento integrale delle ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Contestazione sulla risoluzione del contratto di prestito