Chiusura società individuale con debiti

Ho una ditta individuale che purtroppo sarò costretta a chiudere per fallimento. Ad oggi sono molti i debiti presenti verso società, banche.

Qual'è la giusta procedura per chiudere la ditta e per verificare la situazione debitoria e procedere per un piano di rientro dei debiti?

Posso chiudere la ditta nonostante i debiti?

Se lei è un soggetto fallibile ed è ormai convinto di non poter risanare l'azienda, l'unica procedura possibile è quella fallimentare.

In alternativa può fruire della nuova legge sul sovraindebitamento (legge 3/2012) per conseguire un accordo con i creditori, presentare un piano di rientro dai debiti o liquidare, in modo controllato e gestito congiuntamente con il giudice, il proprio patrimonio.

Sia la procedura fallimentare che quelle previste dalla legge sulla composizione della crisi da sovraindebitamento consentono al debitore di ottenere, qualora siano rispettate specifiche e rigorose condizioni, l'esdebitazione (l'azzeramento dei debiti) evitando così il rischio di finire spogliato della propria azienda e dei propri beni con l'ulteriore onere di dover rifondere i debiti residuali ai creditori.

Naturalmente, la materia è troppo articolata e complessa perchè si possa fornire una risposta esauriente ad un quesito così generico.

Per capire le differenze che intercorrono fra soggetto fallibile e non, comprendere in quali casi è possibile ottenere l'esdebitazione, conoscere le nuove opzioni che si aprono ad un soggetto non fallibile grazie alla recente legge sul sovraindebitamento (ristrutturazione del debito tramite accordo con i creditori, piano del consumatore, liquidazione del patrimonio del debitore), le suggerisco, per il momento, di leggere gli articoli contenuti in questa sezione.

25 giugno 2015 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

procedure di fallimento e concordato preventivo
sovraindebitamento e legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento - esdebitazione o esdebitamento

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cambializzazione dei debiti – accettarla significa preparare il cappio al boia
All'accordo transattivo si aggiunge, non di rado, un piano di rientro del debito basato su una rimodulazione degli importi e delle scadenze convenute nel contratto originario. Si tratta, in pratica, di un piano di rateazione tipico di una operazione di consolidamento dell'esposizione debitoria: rate di importo più contenuto a fronte ...
Quando l'amministratore della società può essere ritenuto responsabile di bancarotta fraudolenta
L'accensione di un ingente mutuo, al fine dichiarato del consolidamento di posizione debitoria nei confronti di due istituti di credito; il pagamento delle sole due prime rate del piano di ammortamento, nonostante la società avesse liquidità per farvi fronte; la custodia, assolutamente imprudente ed irragionevole di tali liquidità non già ...
Centrale Rischi » E' illegittima la segnalazione dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca
E' illegittima la segnalazione alla Centrale Rischi dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca La segnalazione di una posizione in sofferenza presso la Centrale Rischi, infatti, richiede la valutazione della complessiva situazione finanziaria del cliente, e non può quindi scaturire dal mero ritardo nel pagamento del debito ...
Avvio attività – ditta individuale o società di persone?
Una delle prime scelte che deve fare chi avvia una attività in proprio è quella della forma giuridica che dovrà assumere la gestione. Si tratta di stabilire, in pratica, se lavorare individualmente o associarsi con altre persone, costituendo una società. Se si sceglie quest’ultima soluzione, occorre inoltre decidere il tipo ...
Impiegato di banca - No al licenziamento per sovraindebitamento
Le condotte extra lavorative di un impiegato di banca possono integrare giusta causa di licenziamento soltanto se integranti illecito penale: ed infatti, la giurisprudenza si è limitata ad ammettere il licenziamento di dipendenti bancari resisi responsabili di reati contro il patrimonio. I debiti accumulati da un impiegato di banca non ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca