Rassegna degli articoli pubblicati a cura di Paolo Rastelli

Risvegliarsi e non trovare più il sito equitalia ... cucù, equitalia non c'è più ma restano fermo amministrativo, ipoteca, pignoramento del conto corrente, dello stipendio e della pensione

Paolo Rastelli - 1 luglio 2017

Come previsto dal dl 193/2016, dal 1° luglio 2017 le società del gruppo Equitalia sono state sciolte (tranne Equitalia Giustizia) ed è nato l'ente pubblico economico, Agenzia delle Entrate-Riscossione (ADER). L'esercizio delle funzioni relative alla riscossione sull'intero territorio nazionale (Sicilia esclusa) è stato attribuito all'Agenzia delle entrate ed è svolto dall'ADER (Agenzia delle Entrate-Riscossione), ente sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Restano invariate le sedi degli sportelli, con il nuovo logo e la nuova modulistica, mentre le attività ed i servizi vengono svolti in continuità con la precedente gestione, considerato che l'Agenzia delle Entrate-Riscossione subentra [ ... leggi tutto » ]

La notifica delle cartelle esattoriali originate da multe secondo i giudici di cassazione

Paolo Rastelli - 16 giugno 2017

La notifica della cartella esattoriale, emessa per la riscossione di sanzioni amministrative, può essere eseguita direttamente da parte dell'esattore mediante raccomandata con avviso di ricevimento. Secondo la giurisprudenza di legittimità, infatti, la seconda parte del comma 1 dell'articolo 26 del DPR 60271973 prevede una modalità di notifica, integralmente affidata al concessionario stesso ed all'ufficiale postale, alternativa rispetto a quella della prima parte della medesima disposizione e di competenza esclusiva dei soggetti ivi indicati. In tal caso, la notifica si perfeziona con la ricezione del destinatario, alla data risultante dall'avviso di ricevimento, senza necessità di un'apposita relata, visto che è l'ufficiale [ ... leggi tutto » ]

Opposizione ad un atto di pignoramento per cartella esattoriale affetta da vizi di notifica ed originata da crediti di natura tributaria

Paolo Rastelli - 7 giugno 2017

La normativa vigente stabilisce che l'opposizione al titolo esecutivo (cartella esattoriale o accertamento esecutivo) in relazione al diritto di procedere ad esecuzione forzata tributaria, si propone davanti al giudice tributario mentre le opposizioni all'esecuzione concernenti la pignorabilità dei beni si propongono davanti al giudice ordinario (ex articolo 615 del codice di procedura civile). Restava tuttavia aperto il problema dell'individuazione del giudice davanti al quale proporre l'opposizione agli atti esecutivi ove questa concerna la regolarità formale o la notifica del titolo esecutivo e, in particolare, ove il contribuente, di fronte al primo atto dell'esecuzione forzata tributaria (cioè all'atto di pignoramento), deduca [ ... leggi tutto » ]

Omessa notifica dell'avviso di accertamento - una volta notificata la cartella esattoriale il contribuente può anche scegliere di contestare nel merito la pretesa dell'atto presupposto

Paolo Rastelli - 12 novembre 2016

In tema di riscossione a mezzo di cartella esattoriale, allorché il contribuente possa contestare sia la pretesa tributaria che la cartella come atto consequenziale, è rimessa al contribuente stesso la scelta di impugnare tale ultimo atto, deducendone ad esempio, la nullità per omessa notifica dell'atto presupposto, o contestando, in via alternativa, la stessa pretesa tributaria azionata nei suoi confronti. In entrambi i casi, la legittimazione passiva spetta all'ente titolare del credito tributario e non già al concessionario del servizio di riscossione, al quale, se è fatto esclusivo destinatario dell'impugnazione, incombe l'onere di chiamare in giudizio il predetto ente, se non [ ... leggi tutto » ]

La definizione agevolata delle cartelle esattoriali - il modulo di adesione

Paolo Rastelli - 9 novembre 2016

La definizione agevolata prevista nell'articolo 6 del decreto legge 193/2016, si applica alle somme riferite ai carichi affidati ai concessionari della riscossione tra il primo gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2016. Per aderire alla definizione agevolata delle cartelle esattoriali emesse da Equitalia bisogna sottoscrivere e presentare un modulo di dichiarazione di adesione. Entro il 24 aprile 2017 (180 giorni dopo la pubblicazione del decreto legge n. 193/2016 in Gazzetta Ufficiale) Equitalia comunicherà l'ammontare complessivo delle somme dovute, la scadenza delle eventuali rate e invierà i relativi bollettini di pagamento. La dichiarazione deve essere presentata entro e non oltre il [ ... leggi tutto » ]

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca