Firma assegni - lo specimen


Protesto per assegno rubato o smarrito con firma di traenza conforme allo specimen – posso riabilitarmi?

Andrea Ricciardi - 17 Ottobre 2012


Sono stato protestato per assegno rubato o  smarrito  con firma di traenza conforme allo specimen, codice 34, e, per motivi personali, non posso denunciare chi mi ha sottratto l'assegno. Ritenete che sia possibile effettuare la cancellazione del protesto o in qualche modo riabilitarmi? [ ... leggi tutto » ]


Legittimo il protesto per assegno rubato o smarrito

Genny Manfredi - 15 Ottobre 2012


Sono stata protestata per irregolarità dell'assegno - assegno denunciato e smarrito o rubato - da me appunto precedentemente denunciato rubato. L'assegno è stato presentato all'incasso con firma diversa dalla mia, non è stato pagato malgrado all'epoca vi fossero i fondi sul mio conto ma io risulto cattivo pagatore pur con la dicitura sopra indicata e le banche si rifiutano di farmi credito. Ho infine provveduto a richiedere la cancellazione del protesto al giudice, senza riuscire ad ottenere alcun aiuto dalla mia banca che ritiene di aver proceduto correttamente e perciò non mi ha fornito l'attestato di illeggittimità della levata che [ ... leggi tutto » ]


Protesto per un assegno smarrito o rubato o con firma illeggibile

Annapaola Ferri - 9 Ottobre 2012


In data 14/04/2009 mi è stato levato un protesto per un assegno recante firma non riferibile al correntista ma non denunciato smarrito o rubato - assegno recante una firma di traenza illeggibile. Preciso che si trattava di un c/c postale cointestato con mia madre (che aimé non c'è più). Tralasciando il fatto che sono venuto a conoscenza del protesto nel momento in cui ho richiesto un finanziamento (che ovviamente mi è stato rifiutato), volevo richiedervi lumi circa la possibilità di eliminare detto protesto, e se è possibile pervenire alla copia dell'assegno, in modo tale da poter periziare la firma. [ ... leggi tutto » ]


Assegno non pagato – rimedi e procedure da seguire

Chiara Nicolai - 23 Settembre 2011


Affinchè, in caso di mancato pagamento, il titolare dell'assegno (beneficiario o portatore) possa esperire nei confronti dei giranti qualsiasi azione esecutiva prevista dalla legge che sia finalizzata a rivendicare direttamente l'importo dell'assegno, questo deve essere stato presentato nei termini. [ ... leggi tutto » ]