famiglia separazione decorrenza assegno di mantenimento



Assegno divorzile non corrisposto all’ex moglie dal mio attuale marito oggi disoccupato

Lilla De Angelis - 5 Novembre 2012


Mio marito ha perso il lavoro di dirigente presso un'importante brand nazionale nel 2004, anno in cui ha ereditato ingenti beni immobili dai genitori, in comproprietà con i due fratelli. Divorziato, corrispondeva all'ex-moglie un assegno di 1000 euro mensili. Negli anni successivi ha cercato di avviare un'attività in proprio senza riuscire e pagando mutuo della casa, assegno divorzile e suo sostentamento con gli introiti della vendita di parte degli immobili. Nel 2006 ha finalmente trovato un aggancio libero professionale che però con l'avanzare della crisi gli frutta attualmente 1000 euro lordi al mese a cui vanno tolti i soldi per [ ... leggi tutto » ]


Decorrenza assegno di mantenimento e divorzile – irripetibilità delle somme versate

Antonella Pedone - 13 Maggio 2012


Nella separazione tra coniugi l'assegno di mantenimento decorre di regola dalla data della domanda, salvo diversa determinazione del giudice. L'assegno di mantenimento riconosciuto in sede di separazione personale (così come la sua successiva revisione) decorre dalla data della domanda (Cassazione, sentenza numero 25010/07). Ciò in forza del principio per il quale un diritto non può restare pregiudicato dal tempo necessario per farlo valere in giudizio nonchè per analogia con la regola stabilita dall'articolo 445 del Codice civile, in materia di alimenti, secondo cui "Gli alimenti sono dovuti dal giorno della domanda giudiziale o dal giorno della costituzione in mora dell'obbligato, [ ... leggi tutto » ]


La prescrizione degli assegni di mantenimento e di separazione

Antonella Pedone - 2 Novembre 2011


La prescrizione degli assegni di mantenimento, dovuti mensilmente, è di cinque anni a far data dalla scadenza I ratei mensili degli  assegni di mantenimento per i figli, così come gli assegni di separazione e di divorzio per il coniuge, costituiscono prestazioni che debbono essere pagate periodicamente in termini inferiori all'anno. Conseguentemente ai sensi dell'articolo 2948, numero 4, del Codice civile, la prescrizione degli assegni di mantenimento è dicinque anni, non rilevando, al fine dell'operatività di tale norma - anziché di quella dell'articolo 2953 del Codice civile - il fatto che essi siano dovuti in forza di sentenza di separazione personale [ ... leggi tutto » ]


Separazione dei coniugi – l’assegno di mantenimento è dovuto dal giorno della domanda

Antonella Pedone - 14 Settembre 2010


In materia di separazione, l'assegno di mantenimento è dovuto dal giorno della domanda, anche se la sentenza che lo prevede è successiva. L'assegno di mantenimento a favore del coniuge, stabilito in sede di separazione personale, decorre dalla data della relativa domanda, in applicazione del principio per il quale un diritto non può restare pregiudicato dal tempo necessario per farlo valere in giudizio. Tale decorrenza sussiste anche se la sentenza non abbia espressamente sancito la retroattività dell'assegno, o abbia stabilito solo che esso debba essere corrisposto alla fine di ogni mese, trattandosi di modalità riguardanti l'adempimento periodico delle prestazioni non ancora [ ... leggi tutto » ]