Ulteriori chiarimenti su pignoramento stipendio

Ho letto la risposta fornita in questo topic, però vorrei chiedere una cosa che non mi è chiara: per i debiti ordinari quindi verso finanziarie, il massimo che il Giudice può disporre di prelevare dallo stipendio è il 20%; quindi su uno stipendio di 1700 euro con cessione del quinto di 220 euro sarebbero circa 300 euro?

Perchè leggendo un articolo ho trovato che il Giudice può disporre della metà dello stipendio decurtato della quota di cessione del quinto in corso, quindi 1700/2=850-220=630?

Perchè per noi sarebbe impossibile in questo caso pagare con puntualità il mutuo di 500 euro. La prego mi dica che ho capito bene e che al massimo dovremmo pagare 300 euro..

Nel topic a cui lei fa riferimento si presumeva un reddito percepito da stipendio, al lordo di cessione del quinto ed eventuali pignoramenti in corso, di 1500 euro, da cui veniva fuori una quota di prelievo del 20%, per crediti di natura ordinaria (banche, privati e finanziarie), pari a 300 euro/mese.

Per un reddito stipendiale percepito di 1700 euro, sempre al lordo di cessione del quinto ed eventuali pignoramenti in corso, invece, la quota di prelievo de 20% riconducibile ad azione esecutiva presso terzi (datore di lavoro) è di 340 euro/mese.

Però, lei ha compreso e calcolato correttamente la capienza per tutti i pignoramenti concorrenti di tipo ordinario esattoriale ed alimentare quantificabile in 1700/2=850-220=630 euro.

In pratica, la somma della cessione del quinto, dei pignoramenti per crediti ordinari, alimentari ed esattoriali, in corso, non può superare la metà dello stipendio al netto di ritenute fiscali e contributive.

Il che vuol dire che se successivamente al pignoramento per crediti ordinari dovessero agire Equitalia (per crediti esattoriali) e/o poi un coniuge separato (per crediti alimentari), il giudice potrebbe assegnare da spartire ad entrambi, in tutto, un massimo di 290 euro = 850 euro (capienza massima cioè metà dello stipendio) - 220 euro (cessione del quinto già in corso) - 340 euro (pignoramento già in corso per crediti ordinari).

9 agosto 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento dello stipendio o della pensione come consolidamento debiti
Vorrei illustrarvi la mia attuale situazione debitoria alquanto complessa: praticamente ho una cessione del quinto e un prestito delega sullo stipendio.   Poi in virtù di investimenti sbagliati e bisogni economici impellenti ho stipulato vari rid bancari. Di cui tre particolarmente onerosi. Riesco a pagare facendo i cosidetti salti mortali. ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Contratti di prestito – cessione del quinto dello stipendio
La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato all'acquisto di uno specifico bene o servizio ed è disciplinato dalla normativa sul credito al consumo. Il prestito attraverso la cessione del quinto dello stipendio può essere richiesto esclusivamente dal lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, il quale ottiene ...
Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...
Pignoramento e cessione dello stipendio per agenti di commercio e rappresentanti
L'istituto della cessione del quinto del compenso da lavoro ed il relativo limite alla pignorabilità dello stesso nella misura di 1/5 sono applicabili agli agenti di commercio? In tema di espropriazione forzata presso terzi, le leggi concernenti il sequestro, il pignoramento e la cessione di stipendi, salari e pensioni dei ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca