Testamento lesivo delle quote di legittima – Può essere pubblicato?

Si può redigere un testamento violando le quote di legittima e lasciare il patrimonio ad un nipote con l’assenso del padre erede legittimo che non si opporrebbe? Il notaio può pubblicarlo o può impedirne la pubblicazione facendo rispettare le quote di legittima?

Il testatore non è tenuto a conoscere le leggi, non è obbligato a farsi assistere da un professionista (notaio o avvocato) nella redazione del testamento, il professionista incaricato di pubblicare il testamento non è tenuto a verificare il rispetto delle quote di legittima: tuttavia, è bene sapere che un testamento scritto senza osservare la normativa vigente in tema di eredità e successione, può essere impugnato oltre che dagli eredi pretermessi (cioè lesi nel rispetto della quota di legittima a loro spettante) anche dai creditori insoddisfatti di questi ultimi.

27 Febbraio 2021 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Testamento: legato in sostituzione legittima con divorzio incombente fra testatrice e coniuge
Signora, separata, ha solo un figlio: vorrebbe nominare erede il figlio, lasciare la propria casa in quote diverse al figlio e alla nuora (che sono in comunione dei beni) e lasciare una somma, in sostituzione di legittima, al marito solo ove non sopraggiunga il divorzio. E' possibile? E' altresì possibile condizionare il legato in sostituzione di legittima al marito a condizione che venga venduto l'immobile sopra menzionato? ...

Successione ereditaria - Violazione quote legittima e collazione
Mia madre (ancora in vita) ha violato palesemente le quote di legittima assegnandone una parte (a me spettante) a mia sorella attraverso donazioni con usufrutto. Posso fare causa per violazione delle quote di legittima, con mia madre ancora in vita? Contro chi va intentata la causa, a mia madre o a mia sorella? ...

Testamento olografo - Riduzione delle disposizioni testamentarie e delle donazioni effettuate in vita dal de cuius
Nomino mia figlia erede universale e a mio figlio - poiché ha già ricevuto da noi genitori 40 milioni di lire – lascio la legittima. Inoltre a mia moglie lascio tutti i diritti sulla proprietà fino alla sua morte. Tutte le spese di stima eccetera dovranno essere divise a metà tra i miei figli. Le chiedo l'interpretazione del testamento: la quota di legittima di mia madre va a mia sorella in quanto erede universale? Inoltre il denaro ricevuto nel 1984 viene rivalutato? È corretto dividere le spese tra i figli a metà? Conti correnti cointestati ai miei genitori e a ...

Dove mi trovo?